Sicilia, ferrovie: treni sospesi in estate sulla Palermo - Messina :ilSicilia.it
Messina

BRUTTE NOTIZIE PER I PENDOLARI SICILIANI

Sicilia, ferrovie: treni sospesi in estate sulla Palermo – Messina

di
9 Luglio 2019

Brutte notizie per i pendolari siciliani che si muovono fra Palermo e Messina. Il gruppo Ferrovie dello Stato, in una nota ufficiale, fa sapere che da mercoledì 10 luglio fino all’8 settembre prenderanno il via dei cantieri fra Gioiosa Marea e Patti, sulla linea Messina-Palermo, per interventi di manutenzione straordinaria alla galleria Montagnareale.

Per consentire i lavori sarà sospesa la circolazione ferroviaria, con conseguenti variazioni al programma di viaggio dei treni e relativa soppressione delle corse. I treni saranno sostituiti dai bus fino alla conclusione dei lavori. Nello specifico, i treni della lunga percorrenza saranno sostituiti con bus fra Messina e Palermo.

La situazione è inoltre aggravata dalla momentanea interruzione della S.S. 113, che non consente il transito dei bus fra le stazioni intermedie di San Giorgio e Gioiosa Marea. Per i treni regionali quindi, da mercoledì 10 al 25 luglio, saranno attive sia navette fra Patti e San Giorgio e fra Gioiosa e Brolo, sia bus diretti, via autostrada, fra Patti e Brolo.

Maggiori informazioni nelle stazioni e sui canali web del Gruppo Fs Italiane.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“Teoremi, Postulati e Dogmi”

Oggi il capo non vuole più esser messo in discussione. Una mente matematica come la mia nella sua vita si è nutrita di teoremi i quali partendo da condizioni iniziali arbitrariamente stabilite, giungono a conclusioni, dandone una dimostrazione.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.