8 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 07.33
Catania

Il trend nelle varie località dell'Isola

Sicilia, mercato immobiliare in ripresa: ecco dove si concentrano le maggiori compravendite

18 Dicembre 2017

In Sicilia, nel 2016, dopo gli anni della crisi economica, si sono intensificati i segnali di recupero del mercato immobiliare residenziale nel complesso, con una crescita delle compravendite del 12,4%. Il primo semestre del 2017 ha poi registrato un incremento del 6,5%.

Con riferimento ai prezzi degli immobili di lusso, l’eterogeneità del territorio comporta performance differenti. Le quotazioni sono in crescita a Siracusa e Ragusa, stabili a Mondello e Taormina e in leggera flessione a Catania e Trapani.

Ad eccezione di Taormina, località di fama internazionale, il mercato sia nei capoluoghi sia nelle località di mare, è trainato dalla domanda locale. Per il 2018, nell’isola, è previsto un aumento del numero di compravendite, associato a una stazionarietà generalizzata dei prezzi. È quanto emerge dal Market Report Sicilia 2017 -2018 realizzato in partnership da Engel & Völkers, Gruppo immobiliare leader nel mercato del pregio presente in oltre 30 Paesi e 4 continenti, e la Società di studi economici Nomisma.

“In generale in Italia la ripresa dell’economia e una maggiore apertura del sistema bancario stanno sostenendo l’acquisto di immobili residenziali, soprattutto per la prima casa, ma anche per l’acquisto a scopo investimento. Anche in Sicilia si conferma tale dinamica, dove peraltro in alcune località di particolare pregio, il mercato è trainato anche dall’interesse degli investitori esteri”, ha dichiarato Luca Dondi, Managing Director Nomisma.
“Il mercato immobiliare della Sicilia ha registrato un aumento delle compravendite e della domanda confermato anche per il segmento del pregio”, ha dichiarato Alberto Cogliati, Direttore Commerciale Engel & Völkers Italia.

Palermo e Mondello

A Palermo le zone di maggior pregio per l’acquisto della prima casa sono: Piazza Verdi e Piazza Politeama, Libertà-Sammartino, Giardino Inglese, Sciuti-Notarbartolo e Villa Sperlinga; Mondello, invece, rappresenta la zona più ricercata per l’acquisto della seconda casa. Gli acquirenti sono principalmente famiglie, con componenti tra i 40 e 55 anni, e per il 90% la clientela è nazionale. Nel 20% dei casi la domanda italiana ricorre a un finanziamento bancario, mentre la clientela straniera affronta l’acquisto con la liquidità necessaria. Secondo i dati di Engel & Völkers, nel segmento del lusso tra il 2015 e il 2016 i prezzi delle abitazioni ristrutturate sono rimasti stazionari, per tornare a crescere nel 2017 raggiungendo valori medi tra i 2.850 e i 3.150 euro/mq nelle aree migliori. In generale, la presenza di vista panoramica, la vicinanza al mare o una posizione centrale possono contribuire alla crescita del valore di compravendita fino al 20-25%. Negli ultimi 24 mesi i prezzi top registrati nell’area hanno raggiunto i 3.000 euro/mq per gli immobili in ottima posizione.

Cefalù

Dal Report emerge che Cefalù è tra le località marine più apprezzate della Sicilia. Secondo i dati di Engel & Völkers per il 2017 i prezzi non hanno fatto registrare particolari variazioni e si attestano tra i 2.700 e i 2.800 euro/mq per abitazioni nuove. Maggiore il valore per gli immobili ristrutturati, che oscilla tra i 3.300 e 4.500 euro/mq. Tra i fattori che contribuiscono a un aumento di valore fino al 20% ci sono la vista panoramica, il terrazzo o il balcone (10%). Negli ultimi due anni nell’area sono stati registrati prezzi top pari a 5.00 euro/mq per gli immobili più esclusivi.

Catania

Il mercato immobiliare di pregio dell’area di Catania è in crescita e le zone più ricercate sono Corso Italia e via Etnea in città, il Lungomare e la Scogliera, San Gregorio di Catania e Acicastello lungo la riviera dei Ciclopi. Le tipologie di immobile più richieste sono l’attico con terrazza vista mare, con 3 camere da letto, in alternativa la villa o l’appartamento sempre affacciati sul mare. Gli acquirenti internazionali provengono soprattutto da Germania Svizzera e Francia. Stando ai dati Engel & Völkers nel 2017 i prezzi hanno registrato un’ulteriore flessione annua (circa -3%). I prezzi degli immobili nuovi nelle migliori location sono compresi nel range 2.300-3.300 euro/mq. Negli ultimi due anni, il prezzo più alto registrato nell’area è stato invece di 3.900 euro/mq.

Taormina, Etna e costa orientale

Dal 2015 ad oggi, la domanda di residenze di pregio è tornata a crescere, dopo il rallentamento che aveva interessato l’intero segmento di mercato dal 2008, a causa della crisi economica. Gli acquirenti sono per lo più stranieri o provenienti dal Nord Italia, ma è presente anche una clientela locale che investe nelle seconde case. Secondo Engel & Völkers, negli ultimi due anni il mercato della zona è stato caratterizzato da un aumento della domanda di acquisto e da una crescita delle compravendite. Nel 2017 i prezzi degli immobili nuovi ha oscilllato tra i 3.000 e i 4.000 euro/mq, mentre quelli degli immobili non ristrutturati tra i 2300 e i 2500 euro/mq. I prezzi top registrati a Taormina, mare e centro, si aggirano introno ai 7.300 euro/mq. La vicinanza dal mare può influire sul prezzo del 25-30%; lo stesso vale la presenza di garage o posto auto nel centro storico.

Siracusa

La quasi totalità degli immobili di pregio (oltre l’80%) viene acquistata come seconda casa. La provenienza degli acquirenti stranieri, che rappresentano il 38% del totale, riguarda in particolare Regno Unito, Germania e Francia. Gli immobili più richiesti sono appartamenti di taglio medio e grande (50-100 mq) con terrazza e vista mare, anche da ristrutturare. Secondo il Gruppo immobiliare tedesco, nel 2017 i prezzi nel mercato del lusso, a Siracusa, hanno registrato un incremento pari a circa il 3-3,5%, con quotazioni per le abitazioni nuove e ristrutturate che oscillano in un range di 3.000-3.900 euro/mq. Qui, una posizione centrale o di prestigio può accrescere il valore dell’immobile fino al 40%. Nell’ultimo hanno i prezzi top registrati in quest’area hanno raggiunto la quota di 5.000 euro/mq ad Ortigia.
Ragusa
Il segmento degli immobili di pregio in provincia di Ragusa non ha subito i contraccolpi della crisi del mercato immobiliare generalizzato. Gli acquirenti internazionali provengono soprattutto dal Nord Europa, in particolare da Belgio, Germania, Svizzera e Regno Unito e le tipologie di immobili più richieste sono le antiche masserie con baglio o le antiche dimore nobiliari che non richiedono eccessivi interventi di ristrutturazione. Nel 2017, i prezzi sono tornati a crescere dopo la flessione del 2016. Le abitazioni nuove o ristrutturate arrivano a quotazioni comprese tra i 1.800 e 2.500 euro/mq, con prezzi top fino a 2.600-2.700 euro/mq.

Trapani e Isole

Nel mercato immobiliare dell’area, le località di maggiore pregio sono Trapani centro storico, Favignana, Levanzo, Marettimo, Pantelleria, San Vito Lo Capo, Qui si prediligono appartamenti con balcone o terrazza o villette con giardino, richieste soprattutto dalle famiglie. Il 75% della domanda è di nazionalità italiana. La domanda internazionale, invece, è generalmente composta da acquirenti austriaci, tedeschi e britannici.
A Trapani il prezzo di un immobile di pregio nuovo, e in ottima posizione, oscilla tra i 2.000 e i 2.200 euro/mq e scende tra il 1.600 e i 2.100 euro/mq per gli immobili ristrutturati o usati abitabili. A Favignana e Marettimo le quotazioni sono più elevate rispetto a Trapani. A Favignana la quotazione per una villa ristrutturata o un appartamento in una zona esclusiva è di circa 4.100-4.500 euro/mq per scendere a 2.100-2000 euro/mq in posizioni più discrete. A Marettimo i prezzi medi per gli immobili ristrutturati si aggirano invece sui 3.000-4.000 euro/mq. Quotazioni leggermente inferiori si trovano a San Vito Lo Capo, con prezzi pari a 3.500 euro/mq per immobili nuovi e a 2.600 per l’usato abitabile.

Tag:
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.