"Sicilia Queer filmfest": cinema e musica per la serata inaugurale dell'ottava edizione :ilSicilia.it
Palermo

Al cinema De Seta

“Sicilia Queer filmfest”: cinema e musica per la serata inaugurale dell’ottava edizione

di
31 Maggio 2018

PALERMO – Tutto pronto per l’ottava edizione del “Sicilia Queer filmfest” che aprirà giovedì 31 maggio con l’anteprima internazionale del film di Stefano Savona “La strada dei Samouni“, appena proclamato vincitore del Premio come Miglior Documentario al Festival di Cannes.

Il film, potente documentario di creazione di uno dei più importanti rappresentanti del cinema italiano contemporaneo e film tragicamente attuale sarà proiettato presso il Cinema de Seta, ai Cantieri Culturali della Zisa; la proiezione sarà preceduta, alle ore 20.30, dallo spettacolo “Questo corpo che mi vuole bene” del gruppo La rappresentante di lista.

Il Festival, che in questi anni ha abituato il pubblico al suo divenire creativo, instabile e innovativo, quest’anno offrirà un’edizione particolarmente attenta alla scena artistica contemporanea di tutto il mondo, da Beirut a Parigi, da Londra a Los Angeles.

tillmans

A partire dall’assegnazione del Premio Nino Gennaro 2018 al fotografo tedesco Wolfgang Tillmans, primo fotografo non britannico a vincere il prestigioso Turner Prize, tra gli artisti contemporanei che con maggior intensità hanno esplorato il potenziale della fotografia; la personale dedicata a Catherine Opie tra le più stimate fotografe americane contemporanee; la collettiva curata dal regista libanese Roy Dib sulla scena contemporanea del suo paese; e ancora le installazioni in anteprima dei registi francesi Vincent Dieutre e Arnold Pasquier a cui si aggiunge il debutto nel lungometraggio dell’artista franco-algerino Neïl Beloufa.

Il Sicilia Queer filmfest proporrà 8 lungometraggi che concorrono al concorso Nuove Visioni e 16 cortometraggi in competizione per il concorso Queer Short.

dances Oltre a queste due sezioni competitive il SQ2018 presenterà: le opere fuori concorso di Panorama Queer, la sezione Presenze con la retrospettiva integrale sul regista e attore francese Jacques Nolot, le due sezioni di storia del cinema Retrovie italiane e Carte postale à Serge Daney, la sezione Eterotopie quest’anno dedicata al Libano, oltre alle presentazioni di libri delle Letterature Queer che vedranno rinnovata la collaborazione con il festival Una marina di libri cui il Sicilia Queer farà da staffetta.

Numerosi saranno inoltre gli appuntamenti collaterali, le performance, gli incontri, i concerti e i workshop che il Festival offrirà al pubblico fino al 6 giugno.

Qui il programma completo della manifestazione.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Cosa porterei con me nel futuro? Di certo una penna,

In un epoca condizionata dall'uso della videoscrittura o dei messaggi sui social io mi tengo stretto la mia penna a sfera e per questo certo che quando i computer andranno in crac la penna continuerà a scrivere fin quando avrà inchiostro.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv