Sicilia, strutture scolastiche non sicure, Codacons: "Aprano soltanto dopo i test antisismici" :ilSicilia.it

Per alcune sono necessari degli interventi

Sicilia, strutture scolastiche non sicure, Codacons: “Aprano soltanto dopo i test antisismici”

18 Agosto 2018

A settembre riapriranno le scuole e non tutte le strutture in Sicilia sono sicure per questo necessitano di alcuni interventi, a chiederlo ai prefetti siciliani è il segretario nazionale del Codacons, Francesco TanasiNon riaprire le scuole in Sicilia, rinviando l’inizio delle lezioni, fino a quando non saranno effettuate tutte le verifiche tecniche atte a certificare la possibilità o meno che l’immobile possa essere utilizzabile sul fronte della vulnerabilità sismica“.

L’associazione di consumatore chiede anche “alle istituzioni competenti di rendere pubblici gli obbligatori certificati di rispondenza alla normativa antisismica. Ogni anno la cronaca riporta fatti spiacevoli all’interno delle scuole – afferma Tanasi – e la sicurezza dei ragazzi non può interessare a giorni alterni“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.