Sicilia tagliata fuori dai finanziamenti: "A che serve allora il ministro per il Sud?" :ilSicilia.it

Lo dichiara Carmela Ella Bucalo, deputata di FDI

Sicilia tagliata fuori dai finanziamenti: “A che serve allora il ministro per il Sud?”

7 Ottobre 2019

“Perché istituire un ministero per il Sud e la coesione territoriale, quando puntualmente la Sicilia viene dimenticata in fase di programmazione e finanziamenti? Nel governo Conte, sono siciliani sia il ministro Provenzano, che il viceministro alle infrastrutture e trasporti Cancelleri ma ciononostante nel prossimo Consiglio dei ministri dedicato proprio alle infrastrutture, la Sicilia sarà ancora una volta tagliata fuori dai finanziamenti“.

Lo dichiara Carmela Ella Bucalo, deputato di Fratelli d’Italia.

Ella Bucalo gruppo alla Camera dei Deputati di Fratelli d'Italia
Ella Bucalo

“Nell’elenco dei cantieri più o meno fermi che verranno sbloccati con finanziamenti per circa 9 miliardi – spiega la deputata di Barcellona Pozzo di Gotto – ad oggi infatti non figura la regione italiana più grande. È quindi solo pubblicità ingannevole, quella che vuole nella prossima legge di Bilancio l’aumento degli investimenti pubblici ed una decisa accelerazione dell’attuazione. Il governo giallorosso ha dimenticato la Sicilia e le grandi opere qui dove i treni più obsoleti d’Italia, viaggiano su un binario e sono alimentati a gasolio, dove dal lontano 10 aprile 2015 si aspetta la costruzione dei 270 metri di un viadotto sulla A19 Palermo-Catania, oppure dove non sono bastati 70 anni per completare la Strada dei Due Mari”, conclude Bucalo.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“C’è un Uomo Solo al Comando”

Atteso quanto diceva il buon Bracardi quando asseriva che “l’uomo è una bestia”, nella sua bestialità questi sbaglia sempre allo stesso modo, pertanto, la memoria non deve essere soltanto rancorosa, ma deve servire per capire e andare avanti per non commettere gli stessi errori. Il perdono è un'altra cosa.