Sicilia torna gialla e a Palermo si cambia aria: via restrizioni su vendita alcolici e stazionamento :ilSicilia.it
Banner Bibo
Palermo

da domani

Sicilia torna gialla e a Palermo si cambia aria: via restrizioni su vendita alcolici e stazionamento

di
15 Maggio 2021

Domani, domenica 16 maggio,  in conseguenza al passaggio, lunedì, della Sicilia in zona gialla, scadranno a Palermo le ordinanze sindacali relative a:

divieto di vendita da asporto di alcolici di qualsiasi gradazione da parte di ogni attività commerciale (compresi i distributori automatici), vigente sino alle ore 24 su tutto il territorio comunale;

– di stazionamento e limitazione di accesso in alcune aree della città.

Si ricorda, inoltre, che ancora per la giornata di oggi vige il divieto di accesso alle spiagge, che non sarà più in vigore a partire da domani in considerazione dell’avvio della stagione balneare decisa dalla Regione.

Per la prossima settimana il sindaco Leoluca Orlando si riserva di adottare tutti i provvedimenti necessari per il contenimento della pandemia, d’intesa con il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza.

“L’allentamento delle restrizioni non deve farci abbassare il livello di guardia – ha dichiarato il sindaco Orlando -. Il passaggio in zona gialla della Sicilia è un’ottima notizia, ma occorre prudenza e il mantenimento da parte di tutti delle comuni abitudini che ci siamo dati in questi mesi: distanziamento, mascherina e frequente igienizzazione delle mani. Urgente intensificare le vaccinazioni che sono la via maestra per uscire dal tunnel della pandemia che ha mietuto tante vittime e messo in gravi difficoltà le attività economiche”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin