Sicilia zona gialla, bar e ristoranti respirano: "Nuovo decreto non basta" :ilSicilia.it
Palermo

LE TESTIMONIANZA dei commercianti

Sicilia zona gialla, bar e ristoranti respirano: “Nuovo decreto non basta”

di
30 Novembre 2020

Un bilancio tra luci e ombre nella prima domenica da zona gialla per le attività commerciali in Sicilia. Dopo settimane di solo asporto, infatti, a beneficiare dell’allentamento delle restrizioni ieri sono stati soprattutto bar e ristoranti.

Strade affollate e file davanti ai locali nonostante il maltempo, ma non tutti ne hanno goduto allo stesso modo.

Tuttavia, si è riscontrato un bilancio positivo per i bar dove è possibile finalmente trattenersi per la colazione o per bere un caffè: “Indubbiamente ieri c’era molta più gente in giro rispetto agli altri giorni – racconta Marco Milione, nipote del titolare della storica pasticceria Magrì che da un anno circa si è trasferita nella nuova sede di via Giuseppe Mazzini – adesso i clienti si siedono e possono consumare di più: è certamente un segnale di rinascita ma non basta“.

Dopo il primo “confinamento” abbiamo lavorato grazie all’asporto, ma non è la stessa cosa. Anche noi abbiamo registrato una calo drastico delle entrate. La gente ha paura e preferisce rimanere a casa – conclude – magari con questo vaccino torneremo alla normalità… chissà“.

Una domenica diversa dalle altre anche per il Bar Stancampiano, in via Giovanni Campolo: “Sicuramente ieri c’è stato più movimento però oggi si ritorna alla normalità – afferma Marcella Stancampiano -. In molti sono venuti perchè di domenica c’era anche voglia di uscire, di stare in compagnia, ma con le scuole chiuse e lo smart working il lavoro non c’è a prescindere. Le persone preferiscono pranzare a casa, non sono invogliate a spendere. E con l’asporto e i domicili non copriamo le perdite, e quest’anno solo oltre l’80%“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Redazione

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin