Sicilia zona gialla, bar e ristoranti respirano: "Nuovo decreto non basta" :ilSicilia.it
Palermo

LE TESTIMONIANZA dei commercianti

Sicilia zona gialla, bar e ristoranti respirano: “Nuovo decreto non basta”

di
30 Novembre 2020

Un bilancio tra luci e ombre nella prima domenica da zona gialla per le attività commerciali in Sicilia. Dopo settimane di solo asporto, infatti, a beneficiare dell’allentamento delle restrizioni ieri sono stati soprattutto bar e ristoranti.

Strade affollate e file davanti ai locali nonostante il maltempo, ma non tutti ne hanno goduto allo stesso modo.

Tuttavia, si è riscontrato un bilancio positivo per i bar dove è possibile finalmente trattenersi per la colazione o per bere un caffè: “Indubbiamente ieri c’era molta più gente in giro rispetto agli altri giorni – racconta Marco Milione, nipote del titolare della storica pasticceria Magrì che da un anno circa si è trasferita nella nuova sede di via Giuseppe Mazzini – adesso i clienti si siedono e possono consumare di più: è certamente un segnale di rinascita ma non basta“.

Dopo il primo “confinamento” abbiamo lavorato grazie all’asporto, ma non è la stessa cosa. Anche noi abbiamo registrato una calo drastico delle entrate. La gente ha paura e preferisce rimanere a casa – conclude – magari con questo vaccino torneremo alla normalità… chissà“.

Una domenica diversa dalle altre anche per il Bar Stancampiano, in via Giovanni Campolo: “Sicuramente ieri c’è stato più movimento però oggi si ritorna alla normalità – afferma Marcella Stancampiano -. In molti sono venuti perchè di domenica c’era anche voglia di uscire, di stare in compagnia, ma con le scuole chiuse e lo smart working il lavoro non c’è a prescindere. Le persone preferiscono pranzare a casa, non sono invogliate a spendere. E con l’asporto e i domicili non copriamo le perdite, e quest’anno solo oltre l’80%“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin