Sicurezza a Catania, Pogliese incontra il sottosegretario Molteni :ilSicilia.it
Catania

la città etnea ha reclutato 30 vigili urbani

Sicurezza a Catania, Pogliese incontra il sottosegretario Molteni

di
12 Giugno 2021

Il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, ha incontrato a Palazzo degli Elefanti il sottosegretario del Ministero dell’Interno, Nicola Molteni, per un confronto operativo sui temi della sicurezza nelle grandi città metropolitane e in particolare modo nell’area urbana e interurbana di Catania.

“Ho evidenziato al sottosegretario – evidenzia Pogliese – l’assoluta priorità della tutela e della sicurezza dei cittadini, auspicando il rafforzamento degli organici della Polizia di Stato e delle altre Forze dell’ordine, ma anche il potenziamento degli organici della Polizia Locale con la necessità ineludibile di aumentare la disponibilità di nuove energie da inserire in organico come accaduto con il concorso “lampo” che appena 43 giorni dopo la pubblicazione del bando, ha permesso il reclutamento di 30 agenti di Polizia Locale, a tempo determinato, attinti da una graduatoria stilata digitalmente”.

“Si tratta di una procedura “modello” – continua Pogliese – che ha dato una boccata d’ossigeno al corpo della Polizia Locale di Catania che ha una gravissima carenza di organico. Il sottosegretario Molteni ha dato atto della notevole capacità amministrativa mostrata nell’espletare rapidamente un concorso meritocratico e ha confermato che il rafforzamento degli organici delle Polizie Locali delle grandi città metropolitane è un obiettivo strategico dell’azione del Governo nazionale e che nelle competenti sedi ministeriali darà adeguata attenzione alla mia sollecitazione”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin