17 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 10.56

Nuove assunzioni in arrivo

Sicurezza: in arrivo in Sicilia 180 nuovi agenti entro febbraio

12 Novembre 2018

Centottanta nuovi agenti in Sicilia entro febbraio 2019.

In particolare, arriveranno 65 poliziotti in più per la provincia di Palermo, 47 per la provincia di Catania, 15 in provincia di Caltanissetta, 4 in provincia di Agrigento, 10 in provincia di Enna, 8 in provincia di Messina, 8 in provincia di Ragusa, 6 in provincia di Siracusa, 17 in provincia di Trapani.

Sono attualmente in servizio 9.648 unità della Polizia di Stato di cui 488 nei ruoli tecnici. A questi si aggiungono 9.436 appartenenti all’Arma dei carabinieri e 5.097 finanzieri. Entro l’anno l’arma dei carabinieri invierà al Comando Legione Sicilia 234 militari. Con un rapporto forze di polizia /popolazione di 1/207 a fronte di una media nazionale di 1/236 In particolare nel piano di riorganizzazione delle questure gli organici saranno cosi’ modificati: Palermo da 2.120 a 2.210; Agrigento da 494 a 517; Caltanissetta da 475 a 504; Catania da 1.097 a 1.278; Enna da 239 a 321; Messina da 584 a 608; Ragusa da 342 a 355; Siracusa da 526 a 540.

“Il mio obiettivo è rinforzare tutte le questure d’Italia”, commenta il ministro dell’Interno Matteo Salvini. “Il governo ha deciso di assumere circa 8mila nuove donne e uomini in divisa in tutto il Paese. Tra loro ci saranno anche dei Vigili del Fuoco. Intendiamo collaborare con la Sicilia con risposte concrete, senza gli sprechi e l’assistenzialismo del passato”.

 

LEGGI ANCHE:

Stretta del governo per la sicurezza in città. Anche in Sicilia agenti con il “taser” elettrico

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.