Silipo spegne i sogni di gloria di Mascara, il Palermo batte il Biancavilla | Foto e Pagelle :ilSicilia.it
Palermo

ROSANERO SEMPRE A +7 SUL SAVOIA

Silipo spegne i sogni di gloria di Mascara, il Palermo batte il Biancavilla | Foto e Pagelle

di
16 Febbraio 2020
Palermo - Biancavilla, foto di Fabio Lana
Palermo - Biancavilla, foto di Filippo Di Bartolo
Palermo - Biancavilla, foto di Filippo di Bartolo
Palermo - Biancavilla, foto di Fabio Lana
Palermo - Biancavilla, foto di Fabio Lana

GUARDA LE FOTO IN ALTO

Il Palermo ha battuto per 2-0 il Biancavilla, nell’incontro valevole per la ventiquattresima giornata del campionato di Serie D – Girone I.

La formazione di Pergolizzi parte male, subendo l’aggressività a centrocampo degli ospiti. Alla mezzora è il Biancavilla ad avere la migliore palla gol del primo tempo, ma il tiro di Aloia si stampa sul palo. Nella ripresa si vede un Palermo più aggressivo, anche se il Biancavilla sfiora il gol del vantaggio con Lucarelli.

Al 75′ i rosanero passano in vantaggio grazie all’eurogol di Silipo, bravo a trovare il set da posizione difficile. Gli etnei spariscono dal campo e il Palermo piazza il colpo del ko, sfruttando il tap-in vincente del neo acquisto Lucca.

Il Savoia rimane così a sette lunghezze di distanza, nonostante la vittoria rotonda conseguita contro il Licata. Migliore in campo Silipo, peggiore Martin.

IL MATCH

Giornata soleggiata al Renzo Barbera, con una gran presenza di pubblico. Circa 16.000 i sostenitori palermitani accorsi nell’impianto cittadino.

Il Palermo modifica qualcosa e passa al 3-4-2-1, con Vaccaro che avanza a centrocampo. In difesa trittico Accardi-Peretti-Crivello, vista la squalifica di Lancini, mentre in avanti riproposto il tridente Felici-Floriano-Sforzini. Assente ancora Giovanni Ricciardo causa infortunio.

Arbitra il signor Simone Taricone della sezione di Perugia, assistenti Boggiani e Consonni.

PRIMO TEMPO

Palermo – Biancavilla, foto di Fabio Lana

Buona partenza da parte del Palermo, che cerca di sfruttare la fascia sinistra sull’asse Vaccaro-Floriano. Un preludio che, però, viene presto vanificato da una monotonia di gioco quasi soporifera. La formazione di Mascara si dimostra brava a chiudersi in maniera ordinata, non concedendo spazi agli avanti rosanero. Nella prima mezzora di gara, il Palermo non tira mai verso lo specchio della porta difeso da Genovese.

La prima conclusione rosanero arriva addirittura alla mezzora, con Martin che cicca il sinistro e consente una facile presa a terra all’estremo difensore gialloblu. Quattro minuti dopo primo giallo della partita all’indirizzo di Guarnera, per un fallo tattico su Felici.

Al 36′ azione lampo del Biancavilla. Bellissima percussione di Lucarelli, che fa fuori quattro avversari e serve Aloia. L’attaccante ospite è bravissimo a girarsi e a scagliare un destro che coglie la base del palo. Il Palermo continua a soffrire le incursioni avversarie. Al 41′ il Biancavilla reclama un rigore per un presunto fallo di Crivello su Lucarelli, ma l’arbitro Taricone lascia proseguire.

Il giudice di gara concede due minuti ma non succede nulla, all’intervallo Palermo-Biancavilla 0-0.

SECONDO TEMPO

Ad inizio ripresa, primo cambio nel Palermo: fuori Vaccaro e dentro Massimiliano Doda. I rosanero passano così al classico modulo ad albero di Natale, con Accardi spostato a sinistra. Al terzo ci prova Langella dal limite dell’area, ma il suo destro finisce largo. La partita si accende e il Biancavilla va vicinissimo al vantaggio. Bell’azione di Aloia che serve in area piccola Lucarelli, ma il fantasista gialloblu calcia alle stelle.

Palermo – Biancavilla, foto di Fabio Lana

Sul capovolgimento di fronte è il solito Floriano a provarci con una conclusione a palombella che si spegne di poco alta sopra la traversa. Al 54′ Doda scende bene sulla destra e mette in mezzo per Sforzini, la cui girata di testa viene neutralizzata da Genovese. La partita si accende anche sul piano dei nervi, con Pelagotti che viene ammonito per proteste.

Al 62′ Pergolizzi prova a mettere forze fresche, inserendo Lucca e Silipo al posto di Sforzini e Felici. Ma il Palermo continua a faticare sotto il profilo del gioco, affidandosi alle incursioni di Floriano. E’ proprio l’ex Bari a provarci al 66′, con una conclusione di destro che termina fuori. Tre minuti dopo esce dal campo uno spento Martin, al suo posto Mauri.

I CAMBI DECIDONO LA PARTITA

E’ proprio il neo entrato a sfiorare il gol con una conclusione dai 25 metri deviata in angolo da un prodigioso intervento di Genovese. Sugli sviluppi del corner, arriva il vantaggio del Palermo. Silipo aggancia bene, si sposta la palla sul sinistro e lascia partire un meraviglioso tiro a giro che si insacca in rete. Al 75′ Palermo – Biancavilla 1-0.

Il Biancavilla resta traumatizzato dal gol e non riesce più a giocare. Così, i rosanero ne approfittano e piazzano il raddoppio. Altra grande giocata di Silipo, che con un elastico salta Guarnera e mette un cross basso che Bonaccorsi buca, concendendo così un facile tap-in a Lucca che, di piatto sinistro, deposita in rete.

Al minuto 80′ Pergolizzi si gioca l’ultimo cambio: dentro Ambro e fuori Martinelli. Due minuti dopo, giallo per Mauri per un fallo tattico. In pieno recupero Lucca ha l’occasione per triplicare. L’attaccante ex Torino ruba palla a Lucarelli sulla trequarti, avanza, si accentra e calcia di destro, ma il tiro sfila di poco fuori. Dopo quattro minuti di recupero, l’arbitro Taricone fischia la fine dell’incontro, Palermo-Biancavilla termina 2-0.

LE FORMAZIONI

PALERMO (3-4-2-1): 1 Pelagotti, 4 Accardi, 54 Peretti, 24 Crivello, 27 Vaccaro, 6 Martinelli, 8 Martin, 33 Langella, 25 Floriano, 75 Felici, 32 Sforzini.

A disposizione: 22 Fallani, 5 Ambro, 9 Ricciardo,  14 Ficarrotta, 18 Lucca, 23 Doda, 26 Mauri, 30 Silipo, 73 Kraja. Allenatore: Rosario Pergolizzi.

BIANCAVILLA: 1 Genovese, 2 Longo, 3 Guarnera, 4 Guerci, 5 De Caro, 6 Bonaccorsi, 7 Graziano, 8 Maiorano, 9 Rosselli, 10 Lucarelli, 11 Aloia.

A disposizione: 12 Anastasi, 13 Indelicato, 14 Yoboua, 15 Guerriera, 16 Spampinato, 17 Mascara, 18 Lo Presti, 19 Asero, 20, Sciacca. Allenatore: Giuseppe Mascara.

LE PAGELLE

Pelagotti 6: Mai impegnato, non poteva far nulla sull’occasione del palo del Biancavilla.

Crivello 5: Oggi non perfetto, così come tutto il pacchetto arretrato. Nel primo tempo rischia di regalare un rigore al Biancavilla visto il braccio largo in area con cui ha fermato Lucarelli, ma l’arbitro lo ha graziato.

Peretti 5,5: Anche lui ha vissuto momenti migliori, perde troppo spesso gli avversari.

Accardi 5,5: Entra molto deciso, forse troppo in alcune occasioni.

Vaccaro 6: Deve ritrovare ancora la sua forma perfetta, ma si dimostra in palla sul settore sinistro.

Martin 4,5: Ormai un fantasma da diverse partite, regista cercasi.

Martinelli 5,5: Poco filtro a centrocampo e pochi inserimenti in avanti. Ne carne ne pesce.

Langella 5,5: Copre bene ma non riesce a dialogare bene con il compagno di fascia Felici.

Felici 5,5: Troppo egoista. Estemporaneo, cerca la giocata del singolo invece di lavorare con la squadra.

Sforzini 5: Entra nella cronaca della partita per le continue proteste verso l’arbitro. Da una montagna come lui ci si aspetta che, prima di volare per le terre, ci voglia un contatto degno di questo nome. Involuto.

Floriano 6,5: Senza dubbio il migliore dei suoi. Con la sua rapidità mette in difficoltà gli avversari e crea i presupposti per azioni offensive, salvo poi diversi arrendere all’abulicità di gioco solita della formazione palermitana.

DALLA PANCHINA

Silipo 7,5: Semplicemente decisivo. Coniuga concretezza ed estro che valgono tre punti.

Doda 6,5: Ci mette più gamba rispetto a Vaccaro. Ottima notizia il suo rientro.

Lucca 7: Entra a freddo e si fa subito vedere. Poi, realizza il gol che vale il 2-0. Freddo sotto porta, sfiora anche la doppietta nel finale.

Mauri 6,5: In venti minuti fa quello che Martin non riesce a fare da un mese a questa parte, ovvero il regista.

Ambro s.v.

Pergolizzi 5,5: La fortuna è una dote importante per un allenatore e lui sicuramente la possiede. Nel primo tempo viene salvato dal palo, mentre nella ripresa azzecca i cambi che valgono la partita. Tuttavia, la scarsità di trame offensive risulta evidente e stride con la cifra tecnica della compagine rosanero. Per questo motivo, anche oggi non merita la sufficienza.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Moderati per sopravvivere

Si torna a parlare di un partito dei “moderati” che - come ci informa Belzebù nell’articolo di questi giorni - dovrebbe mettere insieme i cespugli della politica italiana: Italia Viva di Matteo Renzi, Azione di Carlo Calenda, Più Europa di Emma Bonino e Forza  Italia o almeno una sua parte. Un’adesione che finora, però, è più una speranza che una certezza
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per