Sindaco Lampedusa colpito da infarto, pioggia solidarietà :ilSicilia.it
Agrigento

Giovedì nuovo intervento per collocazione tre by pass

Sindaco Lampedusa colpito da infarto, pioggia solidarietà

31 Ottobre 2017

Sarà sottoposto ad un nuovo intervento chirurgico Totò Martello, il sindaco di Lampedusa ricoverato nel reparto di cardiologia dell’Ospedale Ingrassia di Palermo a causa di un infarto che lo ha colpito nei giorni scorsi. Martello si è sentito male nella notte fra giovedì e venerdì scorso mentre era a casa sua, a Lampedusa. E’ stato lui stesso a recarsi al punto medico dell’isola: da lì è stato trasportato in elisoccorso a Palermo dove è arrivato all’Ospedale Ingrassia intorno le sei del mattino, poco dopo è stato sottoposto ad un primo intervento. Giovedì è previsto un nuovo intervento per la collocazione di tre bypass.

Nonostante il quadro clinico, Martello è apparso di buon umore. Sulla sua pagina Facebook “Totò Martello, sindaco di Lampedusa e Linosa” ha pubblicato una sua foto con il “pollice alzato” e un messaggio con il quale il primo cittadino dell’isola ringrazia i tanti che in queste ore gli stanno inviando messaggi di auguri e di solidarietà. “Grazie a tutti per i vostri messaggi e per il vostro affetto. E grazie ai medici ed agli infermieri che si stanno prendendo cura di me.

“Lunedì è previsto un intervento, presto tornerò a Lampedusa”. Il post, pubblicato sul social network, è stato “sommerso” da “like” e messaggi di amici, conoscenti, concittadini e da “sostenitori” del sindaco.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.