"Sinistra comune" attacca il nostro giornale: ilSicilia.it sempre dalla parte dei lettori | ilSicilia.it :ilSicilia.it

la nota del direttore responsabile

“Sinistra comune” attacca il nostro giornale: ilSicilia.it sempre dalla parte dei lettori

di
20 Novembre 2019

Capita a volte che la politica alzi il tiro rispetto a quei professionisti dell’informazione che non sono appiattiti sui diktat e sulle veline del potere.

Noi siamo fra quelli e per questo, comprendiamo che ilSicilia.it possa non risultare simpatico a qualcuno. Ovviamente, rispettiamo le sensibilità di tutti, sia di coloro a cui piace il nostro giornalismo sia degli altri. Ciò che però non possiamo accettare sono gli attacchi gratuiti e immotivati, specie quando arrivano dalla politica.

Nel pomeriggio il gruppo consiliare di Palermo di “Sinistra comune” ha diramato un comunicato stampa firmato dai consiglieri Barbara Evola, Fausto Melluso, Katia Orlando e Marcello Susinno, per polemizzare contro un commento postato su Facebook dalla pagina della “Regione Siciliana” a un nostro articolo: “Appare inopportuno – scrivono – dal punto di vista istituzionale che la pagina Facebook ufficiale della Regione siciliana commenti, addirittura lanciando un hashtag, la discutibile notizia secondo la quale un assessore del Comune di Palermo non abbia notato alcuni cittadini che conferivano rifiuti fuori orario”.

Fin qui, tutto secondo copione: siamo nell’alveo della normale polemica politica, anche perchè – fra l’altro – parrebbe che il commento in questione sia stato postato per errore dalla pagina della Regione.

Quel che però è inaccettabile è che i quattro consiglieri comunali traggano spunto da questo episodio per esprimere un’opinione che suona come un tentativo di delegittimazione della nostra Testata giornalistica, scrivendo quanto segue: “Pensiamo che sia legittimo (seppur discutibile) – scrivono i quattro di Sinistra comune – che tale attività venga svolta da un organo di informazione apertamente schierato contro l’amministrazione comunale, ma riteniamo gravissimo ed inaccettabile che un organo ufficiale della Regione, che rappresenta tutti i siciliani, si presti a spalleggiare queste campagne di delegittimazione”.

Rispondiamo ai quattro consiglieri che ilSicilia.it non è schierato apertamente contro nessuno, ma solo e unicamente dalla parte dei lettori. Peraltro, abbiamo spesso pubblicato (basta andare a guardare) interventi e comunicati degli stessi esponenti di “Sinistra comune” in difesa dell’amministrazione comunale di Palermo.

Respingiamo, pertanto, simili attacchi, a nome della nostra Testata e a tutela della professionalità e dell’indipendenza dei nostri giornalisti e collaboratori.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.