28 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.57
Palermo

L'annuncio in conferenza stampa

Sinistra Comune: “Ci candidiamo alla guida di Palermo”

19 Marzo 2019

L’operazione politica che vogliamo portare avanti è quella di candidarci nel 2022 alla guida della città, mancano tre anni e mezzo e avremo tempo per crescere numericamente e continuare ad essere, come abbiamo fatto, punto di riferimento per i cittadini che assieme a noi non vogliono rassegnarsi all’idea che dopo Orlando la città si possa consegnare alla destra o ai qualunquisti“, a dirlo Giusto Catania, nominato assessore all’Urbanistica e Ambiente nei giorni scorsi dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando, che a Palazzo delle Aquile ha partecipato all’incontro di Sinistra Comune per presentare il nuovo assetto del gruppo in consiglio comunale.

E Catania ha lasciato intendere che il gruppo a Sala delle Lapidi potrebbe arricchirsi di ulteriori ingressi: non a caso seduta in prima fila in sala Rostagno anche Valentina Chinnici, eletta con 1.167 voti nella lista orlandiana Mov139.

Da oggi Fausto Melluso, 31 anni, responsabile delle politiche migratorie dell’Arci, subentra in consiglio comunale, a Giusto Catania.

La presenza di Fausto Melluso ci arricchisce in qualità, esperienza ed energia ma offre nuova linfa anche all’intero Consiglio comunale – ha detto Barbara Evola, nuova capo gruppo – mentre la presenza in giunta di Giusto Catania è una sfida importante perché le sue deleghe attraversano tutti i campi sensibili che riguardano la città ed il suo futuro e che ci stanno a cuore, come le politiche per l’ambiente“.

A Palazzo delle Aquile erano presenti, tra gli altri, anche i consiglieri comunali di Sinistra Comune Katia Orlando, Marcello Susinno e il portavoce Luigi Carollo.

 

LEGGI ANCHE:

Si è insediata la “nuova Giunta Orlando” | Videointervista

 

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Decidere in quale corteo sfilare

Il 19 Luglio ci rammenterà che cosa significa essere servitore dello Stato anche quando questo sembra dimenticarsi di te. Grande ammirazione per un comandante che fa il suo dovere e va avanti per il suo credo nella sua rotta.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.