Sinistra delle Idee, Terminelli: "Noi sempre più vicini a diventare movimento nazionale" :ilSicilia.it

parla il presidente

Sinistra delle Idee, Terminelli: “Noi sempre più vicini a diventare movimento nazionale”

di
28 Novembre 2020

Come annunciato ormai nei mesi scorsi il Coordinamento politico di Sinistra delle Idee ha deliberato che in futuro, tranne in casi di singole libere scelte personali, l’associazione non abbia una collocazione partitica, bensì stipuli alleanze esterne con i partiti dell’area progressista e della sinistra o con movimenti, associazioni e realtà civiche, scegliendo di volta in volta nei territori.

“Conseguentemente – afferma Ninni Terminelli, presidente dell’associazione – a questa scelta politica, il 31 dicembre, a Palermo, chi di noi aveva sottoscritto la tessera del PD, non la rinnoverà e per coerenza e correttezza lascerà le cariche negli organismi. Di fatto siamo già impegnati in un altro progetto politico e scegliamo fino in fondo di dedicarci ad un soggetto associazionistico, civico e della società civile. Non si tratta di una rottura, fuoriuscita o strappo. Vogliamo costruire un ponte. Vogliamo allargare il campo con un ulteriore strumento. Lavoreremo per continuare a far crescere la nostra associazione politica nazionale, divenuta ormai un movimento di pensiero. Per queste ragioni saremo disponibili a partecipare a Forum tematici, gruppi di lavoro e a qualsiasi strumento inclusivo di forze politiche e civiche aperto all’associazionismo. Abbiamo un sogno: per cambiare la sinistra serve cambiare la cultura politica della sinistra. Noi ci candidiamo a fare questo, proponendo un punto di vista. E chiediamo a chi condivide questo sogno di unirsi a noi. In futuro adotteremo quattro posizioni che saranno scelte in base alle caratteristiche delle singole realtà:
1) dove ci saranno le condizioni di dialogo in base a valori comuni e il riconoscimento politico nei confronti della nostra presenza politica, saremo pronti a stipulare alleanze ufficiali e a collaborare fattivamente con le forze politiche progressiste;
2) dove queste condizioni non si verificheranno, punteremo ad alleanze con il mondo dell’associazionismo, del civismo e della società civile;
3) dove non dovessero crearsi le prime due ipotesi e si verificassero le condizioni, andremo da soli con liste di Sinistra delle Idee per rappresentare il nostro punto di vista;
4) laddove non esisterà nessuna delle prime tre condizioni per essere presenti, ci batteremo per affermare una nuova cultura politica e per essere stimolo e lievito culturale nei confronti dei partiti e del resto dell’associazionismo e civismo nei territori.
Non siamo un partito. Non abbiamo bisogno di essere presenti ad ogni competizione elettorale, ma sentiamo il dovere di essere sempre presenti con i nostri valori nella società”.

© Riproduzione Riservata
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il Presidente con le carte in regola

In una fase di scadimento della Politica ricordare Pier Santi Mattarella è come una boccata di ossigeno, un riconoscere che vi è stata, e quindi è possibile, una politica ispirata al bene comune, al buon governo e al progresso della propria terra

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin