Siracusa, fermato con 3kg di hashish nel furgone: arrestato incensurato :ilSicilia.it
Siracusa

Il sequestro

Siracusa, fermato con 3kg di hashish nel furgone: arrestato incensurato

di
21 Marzo 2021

I Carabinieri della Stazione di Priolo Gargallo hanno tratto in arresto, in flagranza del reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, M.G., incensurato siracusano.

Nel corso di un normale servizio di controllo del territorio, la pattuglia dei Carabinieri di Priolo Gargallo ha fermato un furgone che trasportava generi alimentari, mentre procedeva a velocità sostenuta lungo la Contrada Biggemi. I Carabinieri hanno verificato la bolla di accompagnamento della merce e la patente del guidatore, la quale però risultava completamente illeggibile a causa del suo stato d’usura. Per questo motivo, la pattuglia ha accompagnato il soggetto presso la caserma di Priolo Gargallo, dove sono stati approfonditi gli accertamenti.

È risultato che l’uomo guidava con patente scaduta dal 2018 e pertanto si è proceduto alla contestazione della conseguente violazione al Codice della Strada.

L’uomo, nonostante si trattasse di una semplice violazione amministrativa, stava tenendo tuttavia un atteggiamento di esagerata agitazione, cosa che ha insospettito i Carabinieri che, una volta condotto l’uomo in caserma, hanno proceduto anche con un controllo più accurato del furgone stesso. I militari hanno infatti rinvenuto una busta di carta contenente trenta panetti di hashish da 100 grammi ciascuno, per un peso complessivo di ben tre chilogrammi.

Il conducente del furgone quindi è stato dichiarato in arresto ed associato presso il carcere di Cavadonna, a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Quella celestiale melodia in “LA”

Il presenzialismo non finalizzato ad alcuna crescita è una opportunità sprecata, ecco perché trovo piacere di ospitare chi sappia apprezzare il valore del “regalo”.
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin