Siracusa, magistrato positivo al Covid-19, chiude il Palazzo di Giustizia | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Siracusa

Avviata la sanificazione

Siracusa, magistrato positivo al Covid-19, chiude il Palazzo di Giustizia

1 Aprile 2020

Positivo al tampone Covid-19 un sostituto procuratore della procura di Siracusa. A seguito del risultato del tampone, il presidente facente funzioni del tribunale Antonio Alì ha disposto per oggi, 1 aprile, la chiusura del Palazzo di Giustizia per la sanificazione.

A confermarlo il segretario generale della Ust Cisl Ragusa Siracusa, Vera Carasi, e il segretario della Fp Cisl territoriale, Daniele Passanisi, che chiedono ora “tamponi a tutti i dipendenti del Palazzo di Giustizia e chiusura dei locali fino al termine della completa e totale sanificazione degli stessi.

Tempestiva – aggiungono – la decisione del presidente del tribunale di chiudere l’intero palazzo di giustizia per oggi. Riteniamo che la sola sanificazione non possa essere sufficiente a riportare la serenità tra tutti i dipendenti, non soltanto tra quelli del quarto e del quinto piano. Il magistrato in questione è stato regolarmente al lavoro, anche in udienza, fino a venerdì scorso. Appare necessario, a tutela di tutti gli operatori della giustizia, avviare la procedura urgente per effettuare il tampone ad ognuno di loro”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.