Siracusa, Reale sulla Camera di Commercio: "Necessario rinnovo delle cariche" :ilSicilia.it

Siracusa, Reale sulla Camera di Commercio: “Necessario rinnovo delle cariche”

9 Ottobre 2019

L’ex candidato sindaco di Siracusa, Ezechia Paolo Reale, interviene a gamba tesa sull’assetto della camera di commercio e dell’autorità portuale del capoluogo aretuseo, chiedendo un passo indietro in un suo post su Facebook: “Non ho mai conosciuto Montante e non anticipo certo giudizi sulla conclusione del suo processo. Ma a parte le responsabilità penali, mi pare che dalla sentenza emerga un quadro allarmante sui meccanismi che hanno guidato negli ultimi anni decisioni importanti per la vita di intere comunitàL’area di influenza diretta è nota: Confindustria e Camere di Commercio“.

Ezechia Paolo Reale
Ezechia Paolo Reale

Guardo alla mia terra, che conosco. Accorpamento della Camera di Commercio di Siracusa a quella di Catania e conseguente potere economico e decisionale sull’aeroporto di Catania; Port Authority scippata ad Augusta in favore di Catania sulla base di una relazione del precedente governo regionale, in splendida sinergia con il ministro Del Rio del PD, che ha fatto rotolare dalle risate, per sciocchezze che conteneva, qualunque siciliano del sud-est“.

Ora il presidente della Camera di Commercio di Catania- Siracusa- Ragusa sembra non fosse eleggibile perché massone e il titolare della Port Authority di Catania-Augusta è stato sospeso dalla magistratura per gravi illeciti che si assume abbia commesso. Forse è arrivato il momento che il nuovo governo regionale riprenda in mano questi dossier e corregga errori ed orrori di scelte del passato così opache“, sottolinea duramente l’avvocato siracusano.

A questo serve in democrazia il principio dell’alternanza: non a cambiare le persone che siedono nella poltrona, ma a consentire la continua verifica dell’operato degli amministratori pubblici e la rimozione degli effetti negativi delle loro azioni così come la prosecuzione di ciò che vi è stato di positivo ed utile“.

Il nuovo governo regionale è un governo coraggioso ed attento. Sono contento di averlo votato e di aver invitato a votarlo. Mi piacerebbe se riuscisse ad andare oltre la già difficile ordinaria amministrazione aggredendo i frutti avvelenati del passato“, chiosa Reale nel suo post.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Sembra facile?

"A volte sentire parlare la massa ti mette nelle condizioni di dover contare fino ad un milione per non esplodere in violente risposte davanti a palesi affermazioni ipocrite o davanti alle omissioni". Dal blog Epruno, di Renzo Botindari
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.