Siracusa: Reale vince il ricorso al Tar, elezioni da rifare in nove sezioni :ilSicilia.it
Siracusa

SI TRATTA DI UN ANNULLAMENTO PARZIALE

Siracusa: Reale vince il ricorso al Tar, elezioni da rifare in nove sezioni

di
6 Dicembre 2019

A Siracusa le elezioni sono da rifare.

A deciderlo è la Prima Sezione del Tar di Catania, che si è espressa relativamente al caso nato sulle scorse elezioni amministrative del 2018.

Il tribunale amministrativo ha dichiarato l’illegittimità delle procedure di voto in nove sezioni (14, 20, 46, 61, 75, 95, 99, 116 e 123), disponendo così l’annullamento.

Al contempo, sono stati invalidati anche i verbali di ammissione al ballottaggio e quelli di proclamazione del sindaco Francesco Italia e della giunta.

Il tutto parte da un ricorso presentato dal candidato uscito sconfitto dalla tornata elettorale, Ezechia Paolo Reale, in 121 pagine di sentenza.

LE MOTIVAZIONI

Secondo i giudici, nelle sezioni sopracitate sono state vietate “le regole poste a presidio della legittimità, trasparenza e regolarità della votazione e dello scrutinio”.

I vizi evidenziati da Ezechia Paolo Reale sono di carattere sostanziale e pertanto invalidante, dando corpo a fondati sospetti in ordine alla attendibilità del risultato elettorale nelle stesse, non potendosi escludere, per esse, una non corretta utilizzazione delle schede elettorali ed in particolare di quelle autenticate”.

Si tratta quindi un annullamento parziale delle elezioni, con la ripetizione delle operazioni di voto nelle sezioni incriminate. Da stabilire la data del ritorno alle urne.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.