Siracusa, sequestrati beni per oltre mezzo milione di euro a due imprenditori :ilSicilia.it
Siracusa

SOTTRATTISI AL PAGAMENTO DELLE IMPOSTE.

Siracusa, sequestrati beni per oltre mezzo milione di euro a due imprenditori

di
9 Dicembre 2021

I finanzieri del Comando Provinciale di Siracusa hanno eseguito un sequestro preventivo di beni immobili, mobili e disponibilità finanziarie nei confronti di due rappresentanti legali di una società operante nel settore della formazione professionale, indagati per reati tributari.

Le operazioni di servizio, eseguite dai militari del Gruppo di Siracusa, diretti dal Cap. Giovanni Statello, rientrano nel più ampio dispositivo di controllo economico – finanziario ordinato dal Comandante Provinciale di Siracusa, Colonnello Lucio Vaccaro.

Nel corso delle attività, le Fiamme Gialle aretusee hanno accertato che L.L. e P.E., entrambi di anni 67, si sono sottratti nel tempo al pagamento delle imposte rendendosi responsabili del reato di “omesso versamento di ritenute dovute o certificate”. Gli imprenditori, nella loro qualità di sostituti d’imposta, avrebbero dovuto versare allo Stato le somme di denaro trattenute dai compensi, salari, pensioni o altri redditi erogati ai loro dipendenti.

Il GIP del Tribunale di Siracusa, quindi, su conforme richiesta della locale Procura della Repubblica, ha disposto il sequestro dei beni della società e degli indagati a tutela delle ragioni dell’Erario. I beni sequestrati dalla Guardia di Finanza a garanzia del credito erariale consistono, più in dettaglio, in beni immobili, mobili, quote societarie e disponibilità liquide esistenti su conti correnti bancari per oltre mezzo milione di euro.

Il ricorso allo strumento del sequestro preventivo anche per “per equivalente” rientra in una più ampia strategia operativa posta in essere dalle Fiamme Gialle, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica, volta non soltanto a scongiurare le violazioni fiscali, ma anche – in una prospettiva di maggiore concretezza ed effettività dell’azione del Corpo – ad assicurare il reale recupero di risorse erariali illecitamente sottratte allo Stato.

La brillante operazione va ad inquadrarsi nell’ambito della prioritaria e specialistica attività di polizia economica – finanziaria istituzionalmente attribuita alla Guardia di Finanza, finalizzata a rafforzare l’azione di contrasto ai contesti di illegalità economico-finanziaria connotati da maggiore gravità, a tutela delle imprese che invece operano nel rispetto della legge e dei lavoratori, soprattutto nell’attuale fase di crisi economica causata dall’emergenza pandemica.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.