Siracusa, va in piscina e scompare nel nulla: buio fitto sul destino di una tredicenne | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Siracusa

La polizia sta cercando di capire se possa essere accaduto qualcosa a scuola

Siracusa, va in piscina e scompare nel nulla: buio fitto sul destino di una tredicenne

30 Maggio 2017

Una tredicenne di Siracusa, Marika, è scomparsa da ieri alle 19; la ragazzina è stata vista l’ultima volta alla cittadella dello sport siracusana dove frequenta la piscina praticando il nuoto sincronizzato. Dopo avere salutato le amiche era uscita da un’ingresso secondario della cittadella ma da allora nessuno l’ha più vista. Pare che la giovane abbia parlato con qualcuno al telefono, che potrebbe avere incontrato uscendo proprio dal retro della struttura sportiva.

Davanti all’ingresso principale ad aspettarla c’era il padre che invano ha atteso l’arrivo della figlia. Preoccupato ha chiamato al telefono, ma il cellulare risultava spento. Indossava una maglietta blu scura ed un paio di jeans ed aveva con sé un borsone fucsia del nuoto.

“Dalle 19 è scomparsa questa ragazzina dalla Cittadella. Maglietta blu scura, jeans strappati e borsone fucsia del nuoto…aiutateci a trovarla“. La polizia la sta cercando, anche con l’aiuto di amici e parenti. Dopo che si era sparsa la voce della sparizione sui social è cominciato un tam tam sulla notizia: le forze dell’ordine hanno interrogato i familiari della ragazzina per conoscere le sue abitudini e se frequentava un gruppo di amici in particolare.

Marika frequenta l’ultimo anno della scuola media inferiore di un istituto comprensivo siracusano. Gli investigatori della squadra mobile, che conducono le indagini, hanno già sentito ieri sera le amiche, sia quelle del gruppo del nuoto sincronizzato che sono state le ultime a vederle, sia alcune compagne di classe. La polizia sta cercando di capire se possa essere accaduto qualcosa a scuola, una lite o un brutto voto che abbia potuto sconvolgere la vita della minorenne. Al tempo stesso è sotto esame il tabulato telefonico del cellulare della ragazzina. I genitori hanno trascorso diverse ore con la polizia cercando di ricostruire qualche episodio fuori dal quotidiano che possa aiutare nelle ricerche. La polizia sta ancora accertando se sia vera la notizia diffusa sui social che la ragazzina sia salita a bordo di un auto, una Golf blu, quando è uscita dal l’impianto sportivo.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.