Sis, licenziati gli ultimi 90 lavoratori: Palermo capitale dei cantieri incompiuti :ilSicilia.it
Palermo

A partire da maggio

Sis, licenziati gli ultimi 90 lavoratori: Palermo capitale dei cantieri incompiuti

di
10 Aprile 2019

Sottoscritto l’accordo per il licenziamento degli ultimi 90 lavoratori impegnati nel passante ferroviario con la Sis. La procedura, comunicata dieci giorni fa, è stata definita oggi nella sede dell’impresa, in via Filippo Parlatore, al tavolo con le organizzazioni sindacali degli edili Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil.

A partire da maggio, gradualmente, verranno licenziati o, come chiedono i sindacati, trasferiti presso altri cantieri. Gli operai ancora in attività stanno completando parti di lavorazione, come previsto nell’ultimo accordo siglato con Rfi.    

Le organizzazioni sindacali esprimono profonda amarezza non solo per i licenziamenti degli ultimi lavoratori e per l’ennesima procedura avviata, la sesta da quando esiste il cantiere, ma per il mancato completamento di questa strategica infrastruttura”, dichiarano Salvatore Puleo, per la Feneal Uil Palermo, Lorenzo Scalia per la  Filca Cisl Palermo Trapani e Piero Ceraulo, segretario generale della Fillea Cgil Palermo.

area di cantiere vicolo bernavaCon la fuoriuscita definitiva della Sis, che in autunno ha recesso il contratto per l’appalto, l’opera resterà incompleta: i lavoratori rimarranno per dismettere le aree di cantiere.

Rimangono incompiute la stazione della fermata di viale Lazio, la stazione Imera (“fermata Giustizia”), i lavori di completamento degli impianti tecnologici nel tratto che va dalla galleria Notarbartolo a quella di via Belgio, e i 60 metri di galleria di vicolo Bernava. Per queste opera bisognerà indire nuove gare d’appalto.

Per quanto riguarda gli appalti per le stazioni Capaci e la sottostazione elettrica di Tommaso Natale, i lavori sono  stati affidati di recente a nuove aziende, all’interno di un accordo quadro nazionale di Rfi. E si attende l’avvio dei lavori.

Gli ulteriori 90 operai licenziati andranno a rimpinguare il gruppo di lavoratori già licenziati da Sis, attualmente disoccupati, per cui stiamo chiedendo il riassorbimento in altre opere di Rfi, che non si sa ancora quanto partiranno – aggiungono Puleo, Scalia e Ceraulo – Tra queste, c’è  il cantiere del raddoppio ferroviario Cefalù Ogliastrillo-Castelbuono: il suo imminente avvio è stato dichiarato più volte dalle istituzioni” ma il cantiere, fermo da 4 anni, con i lavori consegnati nel 2015, non è mai partito.

Aggiudicato nel lontano 2012, ancora dopo 7 anni, l’impresa Toto deve avviare a tutti gli effetti i lavori. I cantieri preliminari (indagini geognostiche e archeologiche, più la bonifica da ordigni bellici) erano partiti il 7 aprile 2015, mentre a giugno 2015 sarebbero dovuti iniziare gli scavi veri e propri.

Cefalù-Castelbuono - IL TRACCIATO
Cefalù-Castelbuono – IL TRACCIATO © D. G.

I sindacati degli edili attendono anche di vedere gli effetti in Sicilia del decreto Sblocca cantieri, che prevede nuove misure per l’assegnazione degli appalti e per gli affidamenti.

Mentre assistiamo alla fuoriuscita di Sis dall’appalto del passante ferroviario e attendiamo l’ingresso delle nuove imprese che dovranno svolgere i restanti lavori, la nostra preoccupazione – aggiungono Feneal, Filca e Fillea – riguarda anche il decreto sblocca cantieri. Potrà veramente velocizzare l’iter dei lavori in caso di criticità  dell’appalto e di crisi delle imprese? Non ci sembra che al Sud si stiano sbloccando i cantieri”.

 

LEGGI ANCHE:

Cantieri infiniti, i grandi gruppi lasciano la Sicilia bloccata tra le incompiute

© Riproduzione Riservata
Tag:
Balzebù
di Balzebù

La stramberia dello stop alla Ztl notturna a Palermo

E’ possibile che questo sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, non riesca a mettere un freno alle stramberie del suo assessore alla Mobilità, Giusto Catania? Evidentemente, non ha una grande considerazione per i palermitani, proponendo l’abolizione della Ztl nella fascia oraria notturna
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Il senso del rossetto

Mi ostino a truccare le mie labbra con il rossetto, anche se in pochi lo vedranno. Si tratta di un atto di ribellione al clima che viviamo e a quella me stessa che, durante il lockdown, indossava sempre gli stessi vestiti ed era arrivata al fondo della sua sciatteria? Ebbene, eravamo solo agli inizi
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.