Solidarietà a Claudio Fava, Apprendi: "Il Consiglio comunale di Piana è con lui" :ilSicilia.it
Palermo

dopo le intimidazioni

Solidarietà a Claudio Fava, Apprendi: “Il Consiglio comunale di Piana è con lui”

di
10 Ottobre 2018

I Consiglieri Comunali del gruppo Diritto al Futuro di Piana degli Albanesi, Pino Apprendi, Davide Lo Greco,  Valentina Matranga e Giusi Petrotta, esprimono solidarietà al Presidente della Commissione regionale Antimafia Claudio Fava, vittima del gesto intimidatorio mafioso che gli ha fatto recapitare un proiettile, e lo fanno con un comunicato congiunto.

Abbiamo l’onore di rappresentare gli interessi dei cittadini di un Paese – scrivono – che ha pagato un prezzo altissimo alla mafia, con la strage di Portella della Ginestra”.

“Nel sostenere l’ importante lavoro del Presidente della Commissione Antimafia, chiedono al Presidente del Consiglio Comunale  Alberto Petta di convocare, urgentemente, un Consiglio Comunale aperto alla cittadinanza alla presenza di Claudio Fava”.

 

Leggi anche:

Busta con proiettile a Claudio Fava, indaga la Digos. Pioggia di solidarietà

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.