Sondaggi, centrodestra al 37 per cento, lontani i 5 Stelle, centrosinistra fermo al palo | ilSicilia.it :ilSicilia.it

La rilevazione di Emg per "Cartabianca" porta la data del 9 febbraio

Sondaggi, centrodestra al 37 per cento, lontani i 5 Stelle, centrosinistra fermo al palo

di
13 Febbraio 2018

A meno di un mese dalle elezioni, il centrodestra, con circa nove punti percentuali di distacco, si conferma in testa. E’ quanto emerge da un sondaggio di Emg per Cartabianca che porta la data del 9 febbraio. La coalizione moderata si attesta sul 37 per cento, anche se lievemente in calo rispetto all’ultima rilevazione. C’è tempo, comunque, per rosicchiare ancora qualche punto percentuale e arrivare alla fatidica soglia del 40 per cento, che consentirebbe al centrodestra di poter governare da solo.

Forza Italia resta al 15 per cento perdendo lo 0,8, mentre guadagna la Lega che conquista il 14,6 per cento. Stabili Fratelli d’Italia al 4,6 e Noi con l’Italia al 2,8.

In calo il centrosinistra, che si ferma al 27,4 per cento. Chi perde di più è il Pd, che con un – 0,6 rispetto all’ultimo sondaggio è adesso al 22,4. Bene “Più Europa“, la lista di Emma Bonino, infatti, si attesta sul 2 per cento. “Insieme” è all,1,6, mentre non supera l’1 per cento la Lista civica popolare con Lorenzin.

Il Movimento 5 stelle, nonostante gli scandali dei mancati rimborsi e le candidature di personaggi chiacchierati, ottiene il 28,1 per cento. Una percentuale superiore rispetto all’ultima rilevazione, ma di molto inferiore alla soglia del 40 per cento che Di Maio si dice sicuro di raggiungere il 4 marzo.

Bene, infine, “Liberi e uguali” che oggi otterrebbe il 5,7 per cento, percentuale che permetterebbe alla coalizione di Pietro Grasso di portare una pattuglia di suoi esponenti in parlamento.

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.