Sondaggi, oggi il centrodestra vincerebbe le elezioni anche col proporzionale :ilSicilia.it

PUBBLICATO DAL CORRIERE DELLA SERA

Sondaggio Pagnoncelli, oggi il centrodestra vincerebbe le elezioni anche col proporzionale

di
11 Luglio 2020

Centrodestra vittorioso in eventuali elezioni politiche, con Forza Italia che diventerebbe determinante. Questo è, in sintesi, il risultato di un sondaggio pubblicato dal Corriere della Sera in un articolo firmato da Nando Pagnoncelli.

In particolare, dall’analisi effettuata dal sondaggista, utilizzando come legge elettorale il Rosatellum, il centrodestra distanzierebbe Pd e M5S. Nel proporzionale del Germanicum, invece, gli azzurri risulterebbero essere fondamentali, fulcro della maggioranza.

GLI SCENARI

Il punto di partenza è la distribuzione dei seggi nelle due camere. Lo scenario prende in considerazione i sondaggi elettorali realizzati dal 2 maggio al 9 luglio, sulla base di circa 25.000 interviste, ‘ponderate sulla base dei dati delle intenzioni di voto più vicine nel tempo. I risultati sarebbero i seguenti: Lega (25,5%), Pd (20%), M5S (18,1%), FdI (16,4%), FI (7,7%), Azione (3%).

L’articolo prende in considerazione quattro scenari, partendo dalla riduzione del numero dei parlamentari, che comunque dovrà passare l’ostacolo del referendum costituzionale. Nel primo, con il M5s che corre da solo e centrodestra e centrosinistra negli altri due schieramenti, la coalizione di centrodestra avrebbe 391 deputati e 201 senatori, con maggioranza molto ampia. Nel secondo, con il Rosatellum e il Pd alleato con il M5s, i numeri sarebbero diversi, ma il risultato finale più o meno simile. Il centrodestra avrebbe 339 seggi a 285 alla Camera e 174 a 136 al Senato.

La terza possibilità tiene in considerazione un sistema proporzionale puro, con la soglia di sbarramento al 5% nazionale o il 15% in una regione. In questo caso Forza Italia sarebbe imprescindibile per Fdi e Lega, che acquisirebbero, da soli, soltanto  191 seggi alla Camera e 94 al Senato. Pochi cambiamenti con la quarta e ultima ipotesi, che prevede una soglia di sbarramento al 3% nazionale e il contestuale ingresso in Parlamento di Azione di Carlo Calenda. La maggioranza andrebbe lo stesso al centrodestra.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Credete che stiano dormendo?”

Non voglio ritornare a quel mondo malato, Io mi auguro di venirne fuori, quantomeno fisicamente, ma dovremmo fare un patto, un vero patto collettivo affinché si prenda insegnamento di tutto quanto ciò e si possa per una volta dire: “mai più!”. La riflessione di Epruno.
Balzebù
di Balzebù

M5S, la nuova spaccatura che sa di rottura definitiva del giocattolo

E’ cominciata molto prima del previsto la parabola discendente del Movimento 5 stelle. Probabilmente, non arriverà neanche alle prossime elezioni. Il disfacimento della creatura di Beppe Grillo è sotto gli occhi tutti. Ma nessuna sorpresa: un partito fondato soltanto sulla protesta non poteva avere un futuro

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin