Sondaggio La 7: Lega al 33,4, M5s al 21, aumentano Pd e Fratelli d'Italia, crolla Forza Italia | ilSicilia.it :ilSicilia.it

ecco come voterebbero oggi gli italiani

Sondaggio La 7: Lega al 33,4, M5s al 21, aumentano Pd e Fratelli d’Italia, crolla Forza Italia

di
10 Settembre 2019

Gli sconvolgimenti di queste settimane hanno suscitato non pochi cambiamenti negli orientamenti di voto degli Italiani, con un trend che appare sempre più chiaro: il Paese è spaccato in due fra chi è più vicino all’alleanza Pd + 5 Stelle e le forze di centrodestra. Il sondaggio politico SWG commissionato dal Tg La7 condotto da Enrico Mentana mostra un’Italia fluida, nella quale in pochi giorni possono cambiare gli assetti e i destini politici dei partiti.

Il sondaggio del 9 settembre 2019 vede la Lega Salvini Premier sempre primo partito con il 33,4%. La seconda forza politica è il Partito democratico che si attesta sul 22,1 per cento. Il Movimento 5 Stelle questa settimana è dato al 21 per cento, guadagnando qualcosa rispetto all’inizio dell’estate nella quale i grillini apparivano molto sofferenti.

Nel centrodestra, Forza Italia subisce un crollo, scendendo al 5,2 per cento, distanziata ormai da Fratelli d’Italia che sale al 7,2%. Nel centrodestra, però, fa la sua comparsa “Cambiamo”, il movimento del governatore della Liguria Giovanni Toti, che conquista un buon 2,3 per cento.

Per quanto riguarda le altre formazioni politiche, la “Sinistra” (dato che include Leu ma anche Rifondazione comunista e Potere al popolo) è data attualmente all’2,3 per cento, + Europa è attorno al 2,6 per cento, mentre i Verdi si attestano al 2,2 per cento.

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.