22 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 11.22

la parola a voi lettori

Sondaggio: qual è il tuo primo piatto preferito dell’estate? [VOTA QUI]

7 Agosto 2018

Il nostro sondaggio per questi primi giorni di agosto è “Qual è il tuo primo piatto preferito dell’estate?” Un quesito estivo che vuole prendervi per la gola, in un periodo in cui, per molti di voi, il mare, la montagna, o comunque il relax sono una parola d’ordine. E ogni periodo ha anche le proprie ricette e i propri cibi. Immancabili, quelli di questi mesi estivi, sia che siate in casa o in un luogo di villeggiatura.

I primi piatti dell’estate che vi proponiamo sono otto, alcuni siciliani, altri diffusi in tutta Italia: la pasta con i tenerumi, la pasta con il pomodoro fresco e una foglia di basilico (anche nella sua variante nostrana, il cosiddetto pic pac), quella con le zucchine fritte, la pasta con pesce spada e melanzane a cubetti, l’intramontabile insalata di riso, declinata in molteplici varianti, il risotto allo scoglio, forse vintage ma di certo gustoso e prelibato e infine, la pasta con i ricci. L’ultima opzione è il cous cous di pesce, delizioso piatto tipico del Trapanese.

Si può votare dalle ore 11 di martedì 7 agosto fino alle 12 di venerdì 10 agosto.

VOTA QUI

 

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.