SONDAGGIO: Scuola, è ancora troppo presto per tornare in aula :ilSicilia.it

Le vostre risposte

SONDAGGIO: Scuola, è ancora troppo presto per tornare in aula

di
4 Settembre 2020

Per i lettori de ilSicilia.it è ancora troppo presto per tornare nelle aule degli istituti scolastici a fronte della recrudescenza della pandemia da Coronavirus. La domanda che avevamo proposto era: siete d’accordo col ritorno nelle aule?

Al sondaggio proposto dal nostro giornale, il 62,58% dei partecipanti ha risposto ‘No, è ancora troppo presto’. Di parere diverso il 37,42% che ha optato per l’altra risposta, ‘Sì, è giusto tornare nelle aule’.

Si poteva votare dalle ore 9:00 del 2 settembre alle ore 23:59 del 3 settembre.

Precisiamo che non si tratta di un sondaggio scientifico, non essendo noi un istituto di rilevazioni demoscopiche, ma è un modo per registrare comunque un orientamento. Il sondaggio è, dunque, l’occasione per ascoltare le opinioni di voi lettrici e lettori e permetterci di conoscere come la pensate.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Moderati per sopravvivere

Si torna a parlare di un partito dei “moderati” che - come ci informa Belzebù nell’articolo di questi giorni - dovrebbe mettere insieme i cespugli della politica italiana: Italia Viva di Matteo Renzi, Azione di Carlo Calenda, Più Europa di Emma Bonino e Forza  Italia o almeno una sua parte. Un’adesione che finora, però, è più una speranza che una certezza
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per