17 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.58

Appuntamento 16 dicembre

“Soundtracks Project”: al Teatro Santa Cecilia di Palermo si presenta il nuovo album dei Metamorphosis

10 Dicembre 2018

Domenica 16 dicembre alle 21 al Teatro Santa Cecilia di Palermo si presenta “Soundtracks Project”, il nuovo album dei Metamorphosis, nato da un’idea del violinista italiano e virtuoso Franco Mezzena, che vede la partecipazione della trombettista palermitana Marianna Musotto e del pianista Stefano Giavazzi.

Sul palco, suoneranno Franco Mezzena al violino, Marianna Musotto alla tromba, accompagnati dai musicisti palermitani Alessandro Greco al pianoforte e Federico Mordino alle percussioni. A presentare la serata sarà il giornalista Alberto Samonà. L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

Marianna Musotto
Marianna Musotto

“Soundtracks Project” è un progetto crossover che unisce tradizione e modernità, che vede nella riproposizione delle colonne sonore dei più grandi film della storia del cinema, la presenza di una formazione prettamente cameristica. Hanno suonato nel disco: Franco Mezzena al violino, Marianna Musotto alla tromba, Stefano Giavazzi al pianoforte, Michele Colaci al basso e Alessandro Monteduro alle percussioni.

Prodotto dalla Corrado Productions di Lecce e da Luna Rossa Classic, l’album contiene nove brani strumentali: “Beautiful that way” (La vita è bella), Nuovo Cinema Paradiso, “Moon River” (Colazione da Tiffany), “The way we here” (Come eravamo), Il Padrino, “Besame mucho”, “My heart will go on” (Titanic), “What a feeling” (Flashdance), “Over the rainbow” (Il mago di Oz) rivisitati e arrangiati con l’ausilio di: violino, tromba, pianoforte, contrabbasso e percussioni. L’album è già disponibile su tutti i digital stores e le piattaforme streaming di ascolto.

È un progetto che avevo in mente da tempo”, racconta Franco Mezzena dopo il suo recente successo ottenuto alla Carnegie Hall di New York interpretando il Concerto Op. 64 di Mendelssohn, con la direzione di John Rutter.

Un progetto realizzato con la giusta combinazione artistica e umana trovata dopo tempo, che vede la collaborazione della giovane trombettista siciliana Marianna Musotto e del pianista Stefano Giavazzi, Michele Colaci al basso e Alessandro Monteduro alle percussioni, grazie allo splendido lavoro di Ermanno Corrado che ne ha curato gli arrangiamenti”, conclude.

Scrive Mezzena di Marianna Musotto: “Marianna Musotto è un eccellente trombettista. Oltre al talento indescrivibile, l’ho scelta come partner per la bellezza del suo suono. Ha una varietà davvero straordinaria di dinamiche che la pone ai vertici della sua categoria“.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Prendiamo consapevolezza

Un consiglio da affidare alle suppliche a Santa Rosalia: mettiamo da parte gli slogan, i “nemici da cuntintizza”, gli specchietti per le allodole, prendiamo consapevolezza per una volta che siamo nella merda. Lavoriamo per coprire il gap che ci separa dalle grandi città e un domani sarà tutto consequenziale, anche il pallone.
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

“Meglio soli…” La Lega primo partito non ha nessuno nei posti di comando

In Sicilia, terra di paradossi, anche la politica non si sottrae a questa "legge di natura". Fra i tanti, quel che colpisce è che la Lega, primo partito italiano, che le europee hanno consacrato - con oltre il 20 per cento dei voti - come seconda forza politica nell'Isola dopo il M5S, non ha alcuna rappresentanza né all'Assemblea regionale siciliana e nemmeno nel governo regionale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.