Spaccatura Conte-Grillo nel M5S, in Sicilia pentastellati tutti con l'ex premier :ilSicilia.it

le posizioni

Spaccatura Conte-Grillo nel M5S, in Sicilia pentastellati tutti con l’ex premier

di
30 Giugno 2021

La spaccatura nel Movimento 5 Stelle, con la battaglia a distanza a colpi di post e conferenze stampa tra Giuseppe Conte e Beppe Grillo tiene banco sulle pagine politiche dei giornali di tutta Italia. Non fa eccezione la Sicilia, bacino elettorale pentastellato alle ultime elezioni Politiche.

Uno dei coprotagonisti della telenovela è Vito Crimi, ‘oriundo’ palermitano con cui ha polemizzato proprio Grillo, tanto da dedicargli un post molto polemico dopo la dichiarata volontà del reggente di voler pubblicare lo statuto contiano. Post polemico con il comico genovese da parte di Giancarlo Cancelleri, due volte candidato alla Presidenza della Regione per il movimento e componente del comitato di garanzia, organo dal quale ha annunciato le dimissioni. Il sottosegretario si è addirittura spinto a scrivere in un post su facebook che valuterà la sua permanenza nel M5S: “ho contribuito assieme a tanti alla nascita di questo progetto nel quale oggi trovo difficoltà a riconoscermi”, ha vergato sul social.

Dello stesso tono le dichiarazioni di un altro big come Adriano Varrica, parlamentare nazionale nel M5S, che alla fine di un post scrive: “Intendo servire il Paese con entusiasmo e convinzione, come mi sono impegnato a fare nel 2018. Se queste condizioni non dovessero verificarsi, non potrei restare dentro al Movimento solo per provare a garantirmi un secondo mandato e altri 5 anni in Parlamento ma mi sentirei in dovere di trarre le dovute conclusioni”.

Dalle parti dell’Ars, anche Giampiero Trizzino prende le distanze da Grillo: “Il mio auspicio è che venga restituita la parola agli attivisti (che restano i veri depositari delle decisioni) e che Grillo trovi il coraggio di chiedere scusa a Conte per come lo ha trattato”, scrive a margine di un lungo post. Anche il quasi omonimo Giorgio Trizzino, parlamentare a Montecitorio eletto nel M5s, prende posizione: “Conte è una risorsa che non può essere liquidata con una sentenza sommaria da parte di Beppe Grillo. Ci ripensi prima che sia troppo tardi e soprattutto non divori i suoi figli”, scrive.

Ottimista (forse un po’ troppo) Francesco Cappello, che scrive su facebook un sibillino “E, comunque, io sono ancora convinto che andrà tutto bene!

Lascia meno spazio alle interpretazioni la presa di posizione di Antonino Randazzo, consigliere comunale a Palermo del Movimento 5 Stelle: “E’ Il momento di guardare avanti (mai indietro) insieme a Giuseppe Conte”, le parole scritte sempre sul social network inventato da Mark Zuckeberg. Foto dell’ex Presidente del Consiglio Conte e post-endoresment da Viviana Lo Monaco, inquilina pentastellata a Palazo delle Aquile: “Un uomo, un Professore, un Presidente, che avrebbe certamente meritato ben altri appellativi alla luce del lavoro svolto al servizio del nostro Paese e del delicato ruolo assunto all’interno e all’esterno del nostro MoVimento”.

Insomma, nella galassia pentastellata siciliana in tanti sembrano ormai pronti all’addio a Beppe Grillo e ad abbracciare Giuseppe Conte come leader. Se del M5S o di un’altro partito, questo si vedrà.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Merchandising: Fenomeno planetario, dove acquistare

Il mio primo acquisto di un articolo legato ad una serie tv o ad una saga cinematografica è avvenuto due decenni fa quando, trovandomi a Bologna a passare il capodanno da amici, andai a visitare un negozio del quale avevo sentito parlare tra gli appassionati di fantascienza.

Wanted

di Ludovico Gippetto

Nudité: una mostra fotografica che custodisce memorie altre

Si inaugura a Ragusa la mostra fotografica "Nudité - Il Giardino di Afrodite" a cura di Giuseppe Nuccio Iacono. La collettiva nasce dal lavoro del 1° Seminario della fotografia di Nudo nell’ottobre del 2019, in collaborazione con il Festival europeo del Nudo di Arles (Francia).

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin