Spiaggia libera negata a Mondello: monta la polemica | FOTO-GALLERY :ilSicilia.it
Banner Bibo
Palermo

Sui social montano le proteste

Spiaggia libera negata a Mondello: monta la polemica | FOTO-GALLERY

di
23 Giugno 2020

SCORRI LE FOTO IN ALTO

I lidi dei circoli ricreativi come quello della Italo Belga sul golfo di Mondello, montano una staccionata per delimitare la spiaggia avuta in concessione e sui social monta la polemica.

La recinzione – che si trova nel tratto di costa di Valdesi – secondo diversi membri della pagina Facebook “Insieme per Mondello” sarebbe troppo vicina al mare: “Dov’è la Capitaneria di porto?“, le domande che tanti bagnanti si stanno facendo.

La legge infatti stabilisce l’obbligo di lasciare libera la battigia uno spazio di circa 5 metri a ridosso dell’acqua di cui i bagnanti devono poter usufruire gratuitamente.

Se viene una mareggiata si porta via tutto e con questo tempo che cambia velocemente non è improbabile“, dice qualcun altro. I commenti sul gruppo si stanno moltiplicando e sono sempre più numerosi i bagnanti che si stanno mobilitando per farsi sentire.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin