Sport e beneficenza: a Marina di Ragusa, Vieri per "Bobo Summer Cup" :ilSicilia.it
Ragusa

Per la ricerca oncologia pediatrica

Sport e beneficenza: a Marina di Ragusa, Vieri per “Bobo Summer Cup”

di
27 Luglio 2018

Va in archivio con numeri record la tappa siciliana della Bobo Summer Cup, che ha animato Marina di Ragusa richiamando migliaia di appassionati e di curiosi da tutta la Sicilia e oltre. Ben 32 le squadre iscritte al torneo amatoriale, oltre 200 le richieste pervenute da Sicilia e Calabria e i vincitori Domenico Rovito e Domenico Curcuruto (squadra Savoca beach) che hanno sfidato e battuto Bobo Vieri ed Hernan Crespo, davanti ad una beach arena gremita in ogni angolo.

Ma il risultato del campo poco conta, l’importante era portare un grande evento sulla sabbia della frazione ragusana per accendere i riflettori dei media nazionali e di Sky Sport, che ha curato diverse dirette con il giornalista Alciato, oltre che dei social, letteralmente invasi da foto e commenti positivi sull’evento in corso nella località siciliana. Obiettivo pienamente raggiunto, istituzioni locali e imprenditori turistici visibilmente soddisfatti. Importante anche la somma raccolta a Ragusa, oltre 12 mila euro da dare in beneficenza all’associazione Heal Onlus, fondata da famiglie di bambini colpiti da tumori cerebrali e da medici, infermieri e biologi che quotidianamente operano a favore della cura e della ricerca nell’ambito della neuro-oncologia pediatrica.

“E’ stato un fine settimana ricco di emozioni, non sarebbe potuta andare meglio!” commenta un entusiasta Fabio Nicosia, che continua: “Abbiamo fatto divertire tutti, portando a Marina di Ragusa il collaudato modello “I Soci”, e vivacizzando la stagione turistica. Tutti gli appuntamenti hanno fatto registrare il sold out e le dirette di Sky hanno accesso i riflettori sulla bellissima località balneare e le sue spiagge. Inoltre, il sorriso degli imprenditori commerciali che ho incontrato mi ha fatto capire che l’obiettivo era stato centrato.

Per tre giorni abbiamo creato un concentrato di sport, balli, musica, giochi, scherzi, esibizioni, animazione ed un torneo amatoriale appassionante. Abbiamo portato in terra iblea i grandi nomi del calcio italiano e mondiale e il fascino e il carisma del bomber Bobo Vieri, accompagnato dalla simpatia impareggiabile di Andrea Pucci. 

Bravi tutti – ha concluso Nicosia – e complimenti a Gabriele Schembari che ha investito personalmente per realizzare il sogno di ospitare nella sua città un evento di tale portata. È stato lui a convincermi ad assumere la direzione dell’organizzazione. Per ottenere il massimo non ho esitato a mettere in moto la macchina collaudata dei Soci, forte dei suoi 20 anni di esperienza, e i risultati si sono visti. A tutti loro va il mio personale ringraziamento”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Immagina…

Immagina la “normalità” quale unico “manifesto per il futuro”. Il fallimento di una certa politica sta nel fatto di volerti vendere per straordinario tutto ciò che universalmente sarebbe stato normale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
La GiombOpinione
di Il Giomba

Andrà tutto bene(?)

È un anno intero, e anche qualcosa di più, che mi sento ripetere questa frase. Ma come faccio a pensare che andrà tutto bene?
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin