SSD Palermo, ecco i calendari: Prima giornata in trasferta contro il Marsala :ilSicilia.it
Palermo

ECCO IL CAMMINO DEI ROSANERO

SSD Palermo, ecco i calendari: Prima giornata in trasferta contro il Marsala

13 Agosto 2019

Il Palermo calcio conosce finalmente il destino che lo attende. E’ stato redatto il nuovo calendario della Serie D – Girone I 2019-2020. Il campionato rosanero inizierà domenica 1 settembre in trasferta sul campo del Marsala calcio. La prima in casa per gli uomini di Pergolizzi sarà una settimana dopo contro il San Tommaso, mentre alla terza giornata affronterà il Roccella.

Alla quarta giornata il Palermo affronterà il Marina di Ragusa, mentre alla quinta i rosanero si recheranno sul campo del FC Messina.

Alla sesta giornata, prevista per il 6 ottobre, la SSD Palermo sfiderà la Cittanovese in casa. Gli uomini di Pergolizzi dovranno poi affrontare al Renzo Barbera il Biancavilla, per poi giocare l’ottava giornata sempre in casa contro il Licata.

Alla nona giornata i rosanero saranno attesi dal Nola in trasferta,  mentre alla decima sfideranno il Corigliano in casa. Nell’undicesim giornata il Palermo fronteggerà, sempre fra le mura amiche il Savoia. Alla dodicesima la squadra di mister Pergolizzi avrà come avversario l’US Palmese in trasferta,  mentre alla tredicesima l’ACR Messina farà visita a domicilio.

Le ultime quattro giornate prevedono: Alla quattordicesima giornata il Giugliano fuori casa, alla quindicesima l’Acireale in casa, alla sedicesima la sfida contro il Castrovillari in trasferta ed infine, il 22 Dicembre, Palermo – Troina. La stagione si chiuderà alla trentaquattresima giornata, proprio contro gli ennesi, il 3 maggio.

La Serie D è un campionato ostico, pieno di insidie. Solo la prima classificata ottiene la promozione diretta per la Serie C, mentre dalla seconda alla quinta posizione si consegue il pass per i play-off, che danno però soltanto accesso alla graduatoria per gli eventuali ripescaggi.

I rosanero partono con il grosso handicap del ritardo di preparazione, iniziata soltanto ieri. Le altre top delle categoria hanno già terminato i rispettivi ritiri in altura e si stanno adesso allenando nei propri campi d’allenamento casalinghi, cercando di ritrovare un pò di gamba in vista dell’inizio del campionato.

La SSD Palermo calcio ha quindi come unico ed inderogabile obiettivo quello di vincere il campionato. Saranno trentaquattro partite di fuoco, in cui l’importante non è fare bel gioco, ma soltanto vincere.

Lo stile di gioco in questa categoria è decisamente più fisico, incentrato su contrasti ed intensità di gioco piuttosto che sulla tecnica. Il Palermo può contare ovviamente su uomini di esperienza e tecnicamente esperti, come Mario Alberto Santa, ma anche su vecchi lupi di mare navigati nella categoria come Giovanni Ricciardo.

Da considerare infine il fattore under. Il Palermo dovrà infatti schierare quattro giocatori under 20 obbligatoriamente in campo, il che limita le scelte tecnico – tattiche e l’operatività sul mercato. Se esce un under deve entrare un under, questa è la regola.

La Serie D è una giungla e i ragazzi di mister Pergolizzi dovranno dare il 100% in ogni partita se vorranno uscirne vincitori.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.