Sta male e va in ospedale, poco dopo muore: prima vittima del Covid a Lampedusa :ilSicilia.it
Agrigento

isola a lutto

Sta male e va in ospedale, poco dopo muore: prima vittima del Covid a Lampedusa

di
31 Ottobre 2020

Una sessantenne di Lampedusa, che stava male da qualche giorno, ieri sera, vedendo peggiorare le sue condizioni di salute, s’è recata al poliambulatorio dell’isola dove, poco dopo, è morta.

La donna aveva contratto il coronavirus. L’isola è sotto choc.

L’INTERVENTO DEL SINDACO

totò martello
Totò Martello

Di seguito, il post pubblicato dal sindaco Totò Martello sulla sua pagina Facebook:

«Cari Concittadini, con immenso dolore vi comunico che oggi (ieri, ndri) a Lampedusa abbiamo registrato il primo decesso causato dal Covid-19. Si tratta di una donna, aveva 62 anni, dopo essere risultata positiva stava osservando la quarantena in isolamento ed era sotto osservazione sanitaria prevista dai protocolli. Le sue condizioni si sono aggravate, è stata trasportata in ambulanza al Poliambulatorio ma nonostante l’intervento dei medici per lei non c’è stato nulla da fare.

A titolo personale, ed a nome dell’Amministrazione Comunale, esprimo il sincero cordoglio ai familiari ed alle persone a lei più vicine.

È un momento drammatico per la nostra Comunità, provo una profonda rabbia anche perché non tutti, forse, qui sull’isola si rendono conto della gravità della situazione e dei rischi causati da questo maledetto virus. Lo volete capire o no che si può morire di Covid? Lo volete capire o no che le regole vanno rispettate? Lo ripeto ancora una volta: stiamo dando la possibilità a tutti i cittadini di effettuare tamponi gratuiti presso l’Usca del nostro Poliambulatorio, che è l’unica struttura dell’isola abilitata ad effettuare esami affidabili e tracciabili, perché in questo modo si può avere un quadro della situazione e si può tenere sotto osservazione chi risulta contagiato. Gli esami presso i laboratori privati non sempre sono attendibili e non permettono di registrare con certezza gli eventuali positivi. E sarebbe di una gravità inaudita se qualcuno avesse fatto un esame di questo tipo e, pur sapendo di essere positivo, non lo ha comunicato alle strutture preposte magari per paura di vedersi chiusa l’attività o di dovere interrompere il proprio lavoro. In questo modo si mette a rischio la propria vita, e quella degli altri.

Mascherina, distanziamento, lavaggio delle mani, divieto di assembramenti: non sono consigli, sono REGOLE DA OSSERVARE! Dopo quello che è successo oggi, dopo questa drammatica morte, se queste regole non saranno rispettate rigorosamente, sono pronto a chiudere tutte le attività sull’isola, pur di tutelare la salute della Cittadinanza».

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin