Stelle, musica e libri sulle Madonie: viaggio tra le emozioni della natura :ilSicilia.it

La kermesse

Stelle, musica e libri sulle Madonie: viaggio tra le emozioni della natura

di
7 Agosto 2020

La musica e il sole, le stelle e la letteratura, in un gioco di intrecci capace di fare scoprire la montagna a tutti: è un obiettivo ambizioso quello di Madonie Experience, l’iniziativa organizzata da Arte Natura Eventi e Club Alpino Italiano di Caccamo. In due giornate – mercoledì 12 e venerdì 14 agosto – e in due luoghi simbolo del territorio madonita – Piano Zucchi e Piano Battaglia – la manifestazione offrirà al pubblico un ampio spettro di emozioni in un contesto ambientale magico e in larga parte sconosciuto.

MERCOLEDÌ 12 AGOSTO: PIANO ZUCCHI

Si comincia mercoledì 12 agosto a Piano Zucchi con «Atmosfere d’Arpa – Un viaggio tra le note e le stelle». Start alle 18,30 con la performance della musicista Rosellina Guzzo (arpa celtica). A seguire la degustazione di prodotti tipici del territorio, sullo sfondo del tramonto montano. Poi sarà il momento dell’osservazione del cielo stellato, grazie ai telescopi messi a disposizione dall’associazione Orsa ( Organizzazione ricerche e studi di Astronomia), che da 35 anni opera con l’obiettivo di promuovere la divulgazione delle scienze astronomiche. Il cielo di agosto, dominato dalla presenza di Giove e Saturno e, in tarda serata, da Marte, vede in questo periodo dell’anno il momento ideale per osservare le Perseidi, le stelle cadenti di agosto, complice l’imminente luna nuova del 19. Durante la serata, oltre, alla semplice osservazione tramite il telescopio, gli spettatori verranno accompagnati in un tour del cielo, attraverso le varie costellazioni e i miti che da sempre affascinano gli amanti dell’astronomia. Le Madonie offrono visioni particolarmente ampie, poiché godono di uno dei cieli più bui: basta guardare in alto per osservare a occhio nudo lo spettacolo meraviglioso della Via Lattea. Proprio per la quasi assenza di inquinamento luminoso e per la considerevole altitudine, la zona viene scelta da anni per gli eventi dedicati al cielo.

VENERDÌ 14 AGOSTO: PIANO BATTAGLIA

Una giornata intera di attività – il 14 agosto a Piano Battaglia, guiderà il pubblico alla scoperta dell’ambiente, della cultura, dei sapori e delle tradizioni madonite. Gli ospiti saranno accompagnati dal racconto dell’autrice del libro «Sulle tracce del passato», Giovanna Gebbia, e dalla musica di due artisti di eccezione, Anita Vitale e Roberto Brusca (voce e piano) che si esibiranno al margine della dolina (tipica conca montana) di Piano Battaglia. Il raduno è previsto alle 11,30, a Piano Farina, per la passeggiata guidata dal Cai di Caccamo. Alle 13 «Sapori Madoniti», ovvero un pranzo organizzato presso il Ristoro dello Scoiattolo, a Piano Battaglia. Alle 15 alla faggeta di Piano Battaglia il momento letterario con «Sulle tracce del territorio: un viaggio raccontato», presente la scrittrice Giovanna Gebbia, che racconterà il suo libro d’esordio «Sulle tracce del passato». Alle 17 «Emozioni in Jazz», esibizione di Anita Vitale e Roberto Brusca (voce e piano), dalla dolina di Piano Battaglia, nei pressi del Ristoro dello Scoiattolo. Il duo proporrà un repertorio jazz classico e moderno, nonché brani originali. Un mix di musica rivisitata attraverso la creatività di Roberto Brusca e impreziosita dalle vibrazioni intimiste della voce di Anita Vitale. Una performance dalle sonorità magiche, capacità di scavare nel profondo dell’anima, che si arricchirà delle improvvisazioni nate dall’energia che saprà regalare il pubblico.

Un modo per concludere al meglio una manifestazione che punta a fare conoscere e amare un patrimonio fuori dal comune.

«Le Alte Madonie – spiega Massimiliano Patricola, direttore organizzativo della rassegna – sono un territorio di grande valore dal punto di vista naturalistico e paesaggistico, ricco di cultura e tradizioni legate alla frequentazione della montagna. Un ambiente bellissimo ed allo stesso tempo fragile, da valorizzare e proteggere». E la strada della tutela di scenari così particolari passa dal presidio costante e dalla conoscenza. «Le iniziative di Madonie Experience – continua Patricola – servono proprio ad esaltare le specificità di questi luoghi, rendendoli fruibili al grande pubblico, al fine di avvicinare a questo ambiente anche chi abitualmente non lo frequenta».

Da qui la soluzione di coniugare eventi musicali, brevi passeggiate in ambiente, tramonti, osservazione delle stelle e cultura. A Madonie Experience partecipano le sezioni madonite del Cai (Petralia Sottana e Polizzi Generosa) e l’Associazione Pro Piano Battaglia e Madonie. Il Cai, in accordo con il ministero dell’Ambiente, è impegnato da qualche anno su alcuni progetti finalizzati alla sostenibilità del cosiddetto «turismo lento» ed alla conoscenza dei parchi naturalistici esistenti numerosi su tutto il territorio nazionale. Uno di questi è il progetto di recupero del sentiero Italia Cai, che transita anche attraverso il Parco delle Madonie e in particolare Piano Battaglia. Per le Madonie, fresche di riconferma nella rete dei Geopark riconosciuti dall’Unesco, sarebbe un ulteriore passo avanti verso il rilancio turistico.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.