23 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.33

si attende l'intervento del mit e del mise

Stop ai cantieri Cmc, Confesercenti lancia il monito al Governo: “Seri danni all’economia dell’Isola”

22 Gennaio 2019

Confesercenti Sicilia “esprime forte preoccupazione per la crisi che ha colpito la Cmc e il conseguente stop ai cantieri lungo la statale 640 e la statale 189, con gli annessi problemi che si stanno sviluppando per la viabilità ma anche dal punto di vista economico e turistico della regione”.

Vittorio Messina, pres. Confesercenti Sicilia
Vittorio Messina, pres. Confesercenti Sicilia

Con queste parole il presidente di Confesercenti Sicilia Vittorio Messina interviene sulla vicenda che ha registrato anche una forte presa di posizione da parte dei sindaci dei territori interessati.

“Tutto questo – aggiunge Messina – mentre permangono i gravi aspetti della sicurezza delle arterie interessate dove si continua a morire. Il grave rischio di isolamento che si sta determinando provoca danni notevoli non solo alla mobilità locale ma anche al turismo. A queste emergenze si aggiunge quella gravissima che rischia di creare notevoli difficoltà alle aziende creditrici della Cmc.

Toninelli al cantiere SS640
Toninelli al cantiere SS640

Il governo regionale ha chiesto l’intervento di quello nazionale attraverso il Ministero dei Trasporti e in questo senso la Sicilia attende risposte immediate per sbloccare tempestivamente una situazione di grave disagio che rischia di penalizzare ulteriormente l’isola che già sconta un pesante gap infrastrutturale rispetto alle altre zone del paese.

Gli imprenditori siciliani e i cittadini tutti – conclude Messina – chiedono alle istituzioni competenti di superare tale impasse, di assicurare una pronta ripresa dei lavori e di ristorare i creditori, evitando di mettere in crisi aziende e lavoratori che operano in un territorio già abbastanza martoriato.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.