Stop all'utilizzo del cellulare a scuola, la proposta di Germanà (FI): "Uso eccessivo" :ilSicilia.it
Messina

Iniziativa destinata a fare discutere

Stop all’utilizzo del cellulare a scuola, la proposta di Germanà (FI): “Uso eccessivo”

di
17 Ottobre 2018

Addio agli smartphone tra i banchi di scuola. Il deputato messinese di Forza Italia, Nino Germanà ha presentato una proposta di legge che chiede al Parlamento di approvare lo stop all’utilizzo del cellulare a scuola da parte degli studenti. La proposta del parlamentare è finalizzata a sancire il divieto di utilizzo di telefonini e altri strumenti tecnologici nelle scuole e durante l’attività didattica. L’iniziativa è destinata a fare discutere ma appare anche destinata a trovare con molta probabilità una condivisione di intenti trasversale tra tutti coloro che, dentro e fuori da Montecitorio, ritengono sia ormai diventato eccessivo l’utilizzo degli smartphone persino nelle giornate a scuola, in cui gli studenti non perdono occasione per poter utilizzare l’inseparabile cellulare nei momenti in cui non si è a lezione o persino mentre gli insegnanti sono in classe e c’è chi prova a occultare l’apparecchio per continuare a navigare e chattare.

“Il divieto – ha spiegato Germanà – è già sancito da una direttiva del Ministro dell’istruzione del 2007 e molte scuole si stanno attivando affinché venga rispettato. Noi riteniamo però che sia importante prevedere un riferimento forte e preciso, disciplinando il divieto con una legge. Così non si può più andare avanti, è necessaria una regolamentazione immediata e incisiva per affrontare il problema e risolverlo”.

In sostanza, secondo Germanà chi fa un uso eccessivo dello smartphone rischia di ritirarsi dal rapporto con il mondo e di trovarsi isolato. “Appare del tutto evidente – aggiunge il parlamentare – come il rischio concreto è che, di questo passo, venga persa l’abitudine alla comunicazione verbale. Vi sono anche notevoli disagi legati all’uso eccessivo di questi strumenti tecnologici come la perdita di interessi, gli sbalzi d’umore, i disturbi del sonno e dell’alimentazione. Non si può neppure sottovalutare il fenomeno del cyberbullismo, che del cellulare fa il suo strumento principale e che spesso trova nella scuola il luogo ideale di azione. La mia proposta di legge prevede a questo proposito anche interventi da parte delle istituzioni scolastiche, per educare i ragazzi all’uso responsabile di internet, cercando di prevenire il bullismo informatico”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.