Strage di Capaci, l'Asael: "Comuni da sempre impegnati contro l'illegalità" :ilSicilia.it

l'associazione degli amministratori locali

Strage di Capaci, l’Asael: “Comuni da sempre impegnati contro l’illegalità”

di
23 Maggio 2019

Raccogliendo il senso dell’intervento del presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico – si legge in una nota dell’Asael, l’associazione che riunisce gli amministratori locali siciliani – pronunciato in occasione della manifestazione in ricordo della Strage di Capaci, che ha richiamato il ruolo dei Comuni e della Scuola nell’attività di educazione dei giovani alla legalità, l’Asael rappresenta alle istituzioni nazionali e regionali la necessità di dotare gli enti locali di apposite risorse destinate a questo scopo”.

“Nella lotta alla criminalità organizzata – afferma il presidente, Matteo Cocchiara – gli enti locali ed i loro amministratori sono da sempre impegnati nella lotta all’illegalità e allo stesso tempo sono protagonisti della diffusione della cultura della legalità“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.