Strage via D’Amelio: dopo il “Borsellino quater”, fiaccolata del 19 luglio per la verità :ilSicilia.it
Palermo

Dalle ore 20:30

Strage via D’Amelio: dopo il “Borsellino quater”, fiaccolata del 19 luglio per la verità

di
10 Luglio 2018

“Depistaggi e tradimenti: 26 anni senza verità”Sarà questo il tema della 22° edizione della Fiaccolata in memoria di Paolo Borsellino, e gli agenti della scorta, che si terrà a Palermo giovedì 19 luglio. A poche settimane dal deposito delle motivazioni della sentenza del processo Borsellino quater, c’è l’esigenza di scendere in piazza non solo per commemorare ma soprattutto per pretendere la verità su una vicenda che i giudici di Caltanissetta hanno definito “uno dei più gravi depistaggi della storia italiana”.

Fiaccolata BorsellinoL’iniziativa è promossa dalle sigle “Forum XIX Luglio” (cartello che raggruppa trasversalmente associazioni, movimenti ed istituzioni) e “Comunità ‘92” (coordinamento che unisce le varie anime della destra siciliana ideatrici della manifestazione, che da ormai 22 anni organizzano la Fiaccolata divenuta la più longeva e partecipata manifestazione antimafia in Sicilia).

Come ogni anno, il concentramento della Fiaccolata del 19 luglio è previsto per le ore 20:30 a Piazza Vittorio Veneto (Statua della Libertà). Il corteo attraverserà via Libertà, via Autonomia Siciliana arriverà in via D’Amelio dove verrà deposto un tricolore e intonato l’inno nazionale. Sarà un corteo silenzioso e senza comizi finali, nel rispetto della sobrietà che contraddistinse in vita Paolo Borsellino.

Prevista un’ampia partecipazione da tutta la Sicilia grazie all’adesione di oltre cinquanta tra associazioni e movimenti e di numerosi Comuni siciliani.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Quella celestiale melodia in “LA”

Il presenzialismo non finalizzato ad alcuna crescita è una opportunità sprecata, ecco perché trovo piacere di ospitare chi sappia apprezzare il valore del “regalo”.
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin