Strage via D'Amelio, processo depistaggio: ammessi nuovi testi :ilSicilia.it

Strage via D’Amelio, processo depistaggio: ammessi nuovi testi

di
10 Novembre 2021

Il tribunale di Caltanissetta, nell’ambito del processo sul depistaggio delle indagini successive alla strage del ’92 in via d’Amelio a Palermo, dove furono uccisi il magistrato Paolo Borsellino e 5 poliziotti della scorta, accogliendo alcune richieste avanzate dalle parti, ha disposto che nell’udienza fissata per il 19 novembre, ascolterà l’ex pm Antonio Ingroia, Santi Foresta, Lucia Falzone e Luigi Li Gotti.

Nell’udienza invece del 26 novembre, saranno chiamati a deporre, i magistrati Roberto Scarpinato, Guido Lo Forte e Giuseppe Pignatone. Il Tribunale ha invece respinto la richiesta che era stata avanzata nella scorsa udienza dall’avvocato Giuseppe Panepinto, di sentire l’ex pentito di mafia Maurizio Avola, il quale aveva rivelato di aver ricoperto un ruolo nella strage.

Ma le sue dichiarazioni sono state smentite dalla Procura nissena, secondo la quale l’ex collaboratore dice il falso. Imputati al processo, con l’accusa di calunnia aggravata, sono tre poliziotti: Mario Bo, Fabrizio Mattei e Michele Ribaudo.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin