Stragi di Capaci e via D'Amelio, Musumeci: "Sicilia è cambiata ma non abbiamo ancora vinto" CLICCA PER IL VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

la dichiarazione

Stragi di Capaci e via D’Amelio, Musumeci: “Sicilia è cambiata ma non abbiamo ancora vinto” CLICCA PER IL VIDEO

di
23 Maggio 2022

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

“Ci vogliono ancora anni per poter sradicare la mafia. Per fortuna la strage di via d’Amelio, e prima quella di Capaci, hanno segnato una svolta perché hanno spiegato ai siciliani che combattere la mafia non è solo un problema dei magistrati o delle forze dell’ordine, ma un problema di ognuno di noi, ciascuno nel proprio campo. È da allora la Sicilia è cambiata, anche se naturalmente ancora non abbiamo vinto“. Così il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, al suo arrivo al foro italico di Palermo, dove si sta svolgendo la manifestazione per il trentennale della strage di Capaci.

“Prima c’era la convinzione che la lotta alla mafia fosse solo un problema delle forze dell’ordine e della magistratura. Dopo la drammatica stagione delle stragi del 1992 si è capito che la lotta alla mafia impegna tutti, ogni cittadino, ciascuno nel proprio ruolo. Oggi questa consapevolezza è cresciuta, anche se l’impegno antimafia molto spesso rimane accompagnato da ipocrisia e da retorica. Io credo che l’antimafia vada predicata e praticata giorno dopo giorno nel silenzio del dovere, evitando speculazioni, per rendere omaggio al sacrificio che tante donne e tanti uomini hanno saputo e voluto compiere per fare migliore questa Sicilia e questa Italia”.

“Condannati che sostengono politici? Io mi occupo della buona politica, di capire cosa è accaduto nel 1992 – aggiunge -. Quante opacità, quante connivenze intere allo Stato e quanta ipocrisia ancora oggi si ripercuote in alcune ricorrenze. Bisogna essere chiari: Falcone e Borsellino sono stati colpiti dalla mafia, sono diventati facile bersaglio perché sono stati lasciati soli da pezzi dello Stato”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.
Ieri 19:26