Stragi di Capaci e via D'Amelio, Samonà: "Queste morti punto di non ritorno" :ilSicilia.it

il ricordo

Stragi di Capaci e via D’Amelio, Samonà: “Queste morti punto di non ritorno”

di
23 Maggio 2022

Il 23 maggio è una di quelle date, come il 19 luglio e, purtroppo, tantissime altre, che ci fa rivivere il dolore, lo sbandamento e l’annullamento di speranza provati ogni qualvolta la Sicilia ha visto cadere i suoi figli migliori che hanno sacrificato la vita per quest’Isola, amata dagli dei e, spesso, profanata da uomini empi“. Lo scrive in un post su Facebook l’assessore regionale ai Beni Culturali e all’Identità siciliana Alberto Samonà.

Sono trascorsi trent’anni da quel maledetto giorno che vide saltare in aria, nelle vicinanze di Capaci, il giudice Giovanni Falcone, assieme alla moglie Francesca Morvillo e agli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro – prosegue Samonà -, ma quelle tragiche immagini, che non raccontavano un film ma la raccapricciante realtà, sono scolpite così indelebilmente nella mente, quasi marchiate a fuoco, da dargli la forza del “presente”. A me, che all’epoca avevo vent’anni, mi si cristallizzarono dentro e fecero comprendere di essere dinanzi a un attentato dalla portata epocale a cui seguì, appena due mesi dopo, quello a Paolo Borsellino. Quella stagione fu per la nostra Palermo un punto di non ritorno, il momento definitivo in cui scegliere senza tentennamenti da che parte stare. E non solo a parole…”. Per l’assessore ai Beni Culturali “chi amministra e governa la nostra Terra, ha il dovere etico e morale di conformare ogni propria azione all’esempio di coloro che per il bene comune, per la vittoria dello Stato sull’illegalità e sul sopruso, hanno pagato, versando il proprio sangue. Solamente se ciascuno farà la propria parte a tutti i livelli – conclude Samonà -, allora il sacrificio di Giovanni Falcone, di Paolo Borsellino, degli agenti delle loro scorte, del maresciallo dei carabinieri Giuliano Guazzelli, che cito perché quest’anno ricorre, anche per lui, il trentennale dell’assassinio, e di tutte le altre vittime della mafia, non sarà stato vano“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.