Studenti imprenditori: ecco i progetti premiati da Sicindustria Trapani | FOTO :ilSicilia.it
Trapani

I vincitori del concorso

Studenti imprenditori: ecco i progetti premiati da Sicindustria Trapani | FOTO

19 Novembre 2019

SCORRI LE FOTO IN ALTO

Il progetto che ha conquistato il gradino più alto del podio del concorso “Miglior idea imprenditoriale” si chiama “Blue&Blue”, mira ad offrire servizi turistici innovativi su mezzi nautici ed aeronautici ed è stato elaborato da Chiara Chiofalo e Simona Ferracane del corso turistico della IV E, Istituto Giovan Battista Ferrigno di Castelvetrano, seguite dal professore Pietro Giacalone.

“Si tratta – si legge nella motivazione del premio – di un progetto innovativo che punta ad ampliare l’offerta turistica del territorio attraverso nuovi servizi utilizzando gommoni, imbarcazioni e deltaplani. Il progetto è spiegato nei minimi particolari. Un business-plan ben fatto, con un ROE appetibile ad investitori.  Se l’obiettivo primario di un business plan è quello di coinvolgere gli interlocutori economici, questo progetto ha tutti i requisiti. Il progetto è molto ben descritto anche dal punto di vista tecnico, oltre che economico e finanziario. Idea originale e, soprattutto, attuabile”.

Si è chiuso così il concorso, bandito lo scorso anno, cui hanno partecipato gli studenti del IV anno degli istituti superiori della provincia e che, visto il successo riscosso, d’intesa con l’Ufficio Scolastico Provinciale, è stato riproposto anche per l’anno scolastico 2019/2020 con la firma di un nuovo protocollo.

A consegnare i premi, oggi, presso la sala conferenze di Sicindustria Trapani, il presidente provinciale degli imprenditori, Gregory Bongiorno, e il dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale – Ufficio XI Trapani, Fiorella Palumbo.

Alle vincitrici è andato un premio del valore di mille euro, mentre tutti i partecipanti avranno la possibilità, d’intesa con le scuole di appartenenza, di trascorrere una settimana in stage in azienda per conoscere da vicino le realtà imprenditoriali del territorio.

Medaglia d’argento per “Trasi e viri chi c’è”, il progetto firmato da Roberta Bommarito della IV A dell’istituto Economico Sociale Vito Fazio Allmayer, che mira a contrastare il forte utilizzo della plastica monouso e a ridurre l’inquinamento terrestre e marino, mentre il bronzo è andato a Giovanna Manzo della IV H del liceo scientifico “M. Cipolla” di Castelvetrano con il progetto “Music Cafè Srl” per la promozione di eventi musicali e la vendita di strumenti.

A valutare i progetti una Commissione composta dagli imprenditori: Gregory Bongiorno (Agesp di Castellammare del Golfo); Vito Pellegrino (Sud Marmi di Custonaci); Filippo Amodeo (Nino Castiglione di Erice); Giuseppe Di Benedetto (Centro Carne di Santa Ninfa); Vincenzo Adragna (Adragna Alimenti Zootecnici di Alcamo); Giuseppe Butera (Auroflex di Alcamo); e Giovanni Castiglione (Perla Marmi di Custonaci).

 

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.