Stuprata turista 19enne a Rimini: sono palermitani i due allievi poliziotti indagati :ilSicilia.it
Palermo

Una giovane tedesca denuncia lo stupro

Stuprata turista 19enne a Rimini: sono palermitani i due allievi poliziotti indagati

di
27 Agosto 2018

Due giovani, di 21 e 23 anni, entrambi della provincia di Palermo, sono indagati con l’accusa di violenza sessuale di gruppo ai danni di una turista tedesca di 19 anni. Lo stupro sarebbe avvenuto sabato 25 agosto, nel tardo pomeriggio, nella camera di un hotel di Rimini.

I due ragazzi, studenti della Scuola per allievi agenti di Polizia di Brescia (la Polgai) sono stati identificati dalla Polizia di Stato di Rimini. Le indagini affidate alla Squadra Mobile sono coordinate dal sostituto procurare Davide Ercolani. Gli accertamenti della Polizia di Stato si sono prolungati fino a tarda notte in Questura per sentire vittima e testimoni.

I due ragazzi avevano il sogno di diventare poliziotti, ma quella divisa ormai difficilmente potranno indossarla. L’accusa per loro è pesantissima: violenza sessuale di gruppo. Dalle colonne del quotidiano Il Resto del Carlino si apprende che non avrebbero negato la circostanza di essersi trovati nella stessa stanza con la vittima. “Abbiamo fatto sesso con lei, ma era consenziente”, avrebbero ammesso. Una ricostruzione opposta a quella fornita dalla diciannovenne turista tedesca.

La ragazza avrebbe prima raccontato tutto alle due amiche con cui condivide le vacanze, e poi al titolare dell’hotel che ha subito chiamato la Polizia.   Gli investigatori hanno ascoltato i racconti delle tre amiche tedesche, denunciando infine per violenza sessuale di gruppo i due siciliani, per i quali il direttore della scuola di Polizia di Brescia ha avviato la procedura di sospensione, ratificata dalla direzione del personale di Roma. Qualora dovessero essere accertate le responsabilità dei due allievi, potrebbero essere destituiti, espulsi dalla scuola e non prendere mai servizio.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin