17 ottobre 2018 - Ultimo aggiornamento alle 20.26
caronte manchette
caronte manchette

aveva perso il braccio

Su una donna siciliana il primo impianto di “mano bionica”

20 settembre 2018

Impiantata su una donna siciliana la prima mano bionica che riesce a dare una sensazione del tatto molto simile a quella naturale. Descritta sulla rivista Neuron, che le dedica la copertina, la nuova mano bionica riesce a imitare la “voce” dei neuroni, riproducendo il coro di segnali che dai polpastrelli arriva al cervello.

“E’ una dimostrazione di come sia possibile replicare la risposta dei recettori naturali del tatto con buon livello di fedeltà”, ha detto il coordinatore della ricerca, Silvestro Micera, dell’Istituto di BioRobotica della Scuola Sant’Anna e titolare della cattedra di Neuroingegneria transnazionale del Politecnico di Losanna.

L’intervento è stato eseguito a Roma, nel Policlinico Gemelli. “Ho avvertito una sensazione estremamente naturale, che non provavo da due anni e mezzo”, ha detto all’Ansa Loretana Puglisi, imprenditrice di Palazzolo Acreide (Siracusa), che ha perso la mano in un indicente sul lavoro.

Senza scendere troppo  nei particolari tecnici, la novità di questo intervento, o per meglio dire di questa “protesi”, risiede nel codice che permette alla mano bionica di trasmettere ai nervi del braccio amputato tutta la varietà di percezioni che avrebbe ricevuto recettori nervosi alla base del tatto. Loretana Puglisi aveva perso il braccio durante un incidente avvenuto nella sua azienda per la produzione di pasta artigianale.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Il Dirottamento dell’Autobus

Chi ricorda i tempi dei “Gufi” rammenterà il brano sul dirottamento del 18 e non DC8 come frequentemente accadeva di quei tempi. Analoga esperienza ho fatto io oggi ma non sul 18 ma sul 102 perché da noi gli autobus iniziano con il 100.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.