Suicida in cella a Palermo: i pm chiedono il rinvio a giudizio per due medici :ilSicilia.it
Palermo

L'accusa è di omicidio colposo

Suicida in cella a Palermo: i pm chiedono il rinvio a giudizio per due medici

di
24 Febbraio 2021

Il procuratore aggiunto Ennio Petrigni e il pm Renza Cescon hanno chiesto il rinvio a giudizio per i medici in servizio al carcere Pagliarelli Carmelo Geraci, difeso dagli avvocati Claudio Gallina Montagna e Valeria Minà, e Bernardo Mazzerbo, difeso dall’avvocato Gianluca Corsino imputati per la morte di Samuele Bua, che nel novembre 2018 si suicidò nel penitenziario di Palermo.

L’accusa è di omicidio colposo. L’udienza preliminare è fissata per il 20 aprile davanti al gip Stefania Brambille. I familiari del detenuto, assistiti dall’avvocato Giorgio Bisagna, hanno sempre riferito che il loro congiunto non doveva stare lì visto che era un soggetto affetto da “schizofrenia grave”. In cella Samuele Bua di 29 anni si è tolto la vita impiccandosi con i lacci delle scarpe. Era stato posto in isolamento.

Secondo l’accusa, i due imputati non avrebbero tenuto conto della certificazione di un altro medico che aveva disposto le dimissioni dal reparto di psichiatria e il trasferimento in una cella del reparto “grande sorveglianza” in compagnia di un altro detenuto che potesse controllarlo. Ed invece Bua finì in una cella da solo. I due imputati hanno sempre professato la loro innocenza, escludendo qualsiasi colpa nel loro operato, approntato sempre al rispetto delle linea guida.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin