20 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.44

dopo l'incontro a Bruxelles

Svolta nei trasporti in Sicilia: si va verso la fusione dei sei aeroporti dell’Isola

17 Ottobre 2018

“Con il presidente Tajani abbiamo concordato l’opportunità di proporre l’unificazione in due sole società di gestione dei sei aeroporti dell’Isola, due dei quali, Lampedusa e Pantelleria, usufruiscono delle tratte sociali”: lo ha detto il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, dopo l’incontro svoltosi a Bruxelles con il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, annunciando, dunque, un’auspicata svolta nel trasporto aereo da e per la Sicilia. 

Se questo avvenisse anche per l’Isola madre – ha aggiunto il governatore  – sarebbe davvero una grande opportunità. Durante l’incontro abbiamo affrontato i temi legati allo sviluppo della Sicilia e quindi del Mezzogiorno d’Italia, un’area che non ha bisogno di assistenzialismo e di elemosina”, ma di pari opportunità per essere competitiva nel contesto euro-afro-asiatico”.

“Voglio davvero sperare – ha auspicato Musumeciche la Commissione vorrà esaminare con la necessaria disponibilità d’animo una proposta che sarebbe davvero rivoluzionaria”.

Ecco cosa accadrà con la fusione dei sei aeroporti siciliani

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.