Svolta nelle indagini sulla morte del clochard ucciso a Palermo :ilSicilia.it
Palermo

Si chiamava Aid Abdellah

Svolta nelle indagini sulla morte del clochard ucciso a Palermo

di
18 Dicembre 2018

Svolta nelle indagini sulla morte del clochard trovato morto, il 17 dicembre, nel centro di Palermo. Si chiamava Aid Abdellah ma tutti lo conoscevano come Aldo.

Gli investigatori hanno passato al setaccio le immagini delle telecamere a circuito chiuso dei negozi di piazzale Ungheria, dove è stato trovato il cadavere dell’uomo, un cittadino francese che stazionava lì con il suo gatto, Helios.

piazzale ungheria a palermo
Piazzale Ungheria: uno dei tratti spesso ricovero di clochard. Foto archivio D.M.

Si stringe, quindi, il cerchio attorno a chi ha aggredito quello che è stato descritto come una persona cordiale e riservata.

Viveva tra le vie del centro della città, spesso si intravedeva con il suo micio che portava sulla spalla.

Una commessa lo ha trovato, ieri mattina, riverso sul marciapiede con la testa fracassata.

Intanto, il Comune di Palermo ha intrapreso una cooperazione giudiziaria con le autorità francesi per decidere il da farsi per la salma di Abdellah.

E per evitare che il maltempo possa aumentare le situazioni di disagio, rendendo i soggetti emarginati ancora più esposti ad eventuali episodi di violenza, l’Amministrazione ha messo a disposizione un numero di telefono per segnalare la presenza di persone senza dimora.

I cittadini – si legge in una nota –  potranno contattare  la centrale di polizia municipale allo 091.6733432. Gli agenti attiveranno i servizi o valuteranno la necessita’ di altri interventi”.

 

 

Leggi anche:

Giallo a Palermo: clochard trovato morto con ferite alla testa

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Cronaca

di Michele Lombardo

Outlander e i viaggi nel tempo

Anche questa volta lo spunto per scegliere l argomento del nuovo articolo me lo ha dato una serie che sto seguendo in questo periodo con interesse crescente  : "Outlander". Sei  stagioni tutte presenti su Sky,  una serie di cui avevo sentito parlare e che più volte mi era stata

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.