Svolta sul trattamento del percolato: ok al progetto da 5 milioni ad Acqua dei Corsari :ilSicilia.it
Palermo

risparmio sui costi di smaltimento

Svolta sul trattamento del percolato: ok al progetto da 5 milioni ad Acqua dei Corsari

di
7 Febbraio 2019
impianto di trattamento del percolato di Bellolampo, previsto ad Acqua dei Corsari
impianto di trattamento del percolato di Bellolampo, previsto ad Acqua dei Corsari
impianto di trattamento del percolato di Bellolampo, previsto ad Acqua dei Corsari

SFOGLIA LE FOTO IN ALTO

In attesa che si sblocchi il mega appalto da 26,5 milioni di euro di “Adeguamento e potenziamento del depuratore di Acqua dei Corsari” lungo la Costa Sud di Palermo, l’Amap segna una svolta per il trattamento e smaltimento del percolato di Bellolampo: l’obiettivo del Comune di Palermo, infatti, è risparmiare due milioni di euro per lo smaltimento del percolato derivante dai rifiuti presenti in discarica.

E come lo farà? Attraverso un nuovo impianto di trattamento, che dovrebbe essere costruito entro un anno nei pressi di via Messina Marine, ad Acqua dei Corsari.

Lo rende noto l’Amministratrice Unica dell’AMAP, Maria Prestigiacomo, che ieri ha incontrato il sindaco Leoluca Orlando, cui ha illustrato lo stato di avanzamento del progetto: l’impianto, il cui costo previsto è di circa 5 milioni di Euro, è attualmente oggetto di valutazione da parte dell’Assessorato Regionale al Territorio e l’Ambiente e sarà interamente finanziato con risorse dell’azienda, permettendo di ridurre drasticamente la quantità di percolato che dovrà essere trattato fuori dalla Sicilia.

Maria Prestigiacomo, presidente Amap

“L’impianto – spiega Prestigiacomo – avrà una capacità complessiva di circa 50.000 tonnellate annue. Questo permetterà nei giorni medi la possibilità di gestire anche il percolato prodotto da altre discariche”.

Per la RAP, lo smaltimento del percolato, che oggi avviene in minima parte tramite l’AMAP e in larga parte tramite ditte private ubicate anche fuori regione, ha un costo complessivo annuo di circa 7 milioni di euro.

A gennaio si è tenuta la prima conferenza di servizi organizzata dalla Regione, mentre sono in corso le procedure per ottenere Aia (Autorizzazione integrata ambientale) e VIA (Valutazione di Impatto Ambientale), necessarie per costruire il nuovo impianto che consentirà di trattare il percolato.

Per Prestigiacomo, questo è “un importante progetto che è parte del piano di sviluppo industriale dell’azienda; un progetto davvero di servizio e a servizio della comunità, e che permetterà una riduzione dei costi sostenuti complessivamente dal sistema delle aziende del Comune di Palermo”.

Per il sindaco “l’Amap conferma sempre più il proprio ruolo leader nel panorama delle aziende di servizio idrico e di gestione integrata. In questo caso con un progetto dall’altissimo valore sociale e di servizio per la comunità”.

 

LEGGI ANCHE:

Amap, maxi stangata ai palermitani: “Le bollette aumenteranno del 9%”

Fogne e depuratori, arriva la stangata dell’Ue: multa salatissima per la Sicilia

Il mare negato e le promesse da marinaio. Scattano ancora i divieti di balneazione nella Costa Sud di Palermo

Depurazione anno zero. Ecco la terza procedura d’infrazione: maxi multa per la Sicilia

Lo scandalo dei depuratori, €100 mln nelle fogne. Ecco i progetti bloccati a Palermo

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.