Tabacchi, CD, DVD e capi d'abbigliamento contraffatti: maxi sequestro a Palermo :ilSicilia.it
Palermo

l'operazione della guardia di finanza

Tabacchi, CD, DVD e capi d’abbigliamento contraffatti: maxi sequestro a Palermo

di
8 Luglio 2021

Nei giorni scorsi i finanzieri del gruppo pronto impiego di Palermo, nell’ambito dall’intensificazione del controllo economico del territorio disposta dal comando provinciale di Palermo per la repressione dei traffici illeciti, hanno effettuato diversi interventi finalizzati, in particolare, al contrasto del contrabbando di tabacchi, della contraffazione e in materia di tutela dei diritti d’autore.

In un primo intervento, i “baschi verdi” hanno sequestrato 300 supporti ottici, tra CD musicali e DVD, illecitamente riprodotti e privi del marchio SIAE a un soggetto di origini bengalesi che li deteneva per la vendita al pubblico su una bancarella attrezzata nella centralissima via Ruggero Settimo. Il trasgressore è stato quindi denunciato alla locale procura della repubblica per violazione del diritto d’autore e per ricettazione. Allo stesso soggetto è stata elevata una sanzione amministrativa di 30.900 euro come previsto dall’art. 174 bis della stessa “Legge sul diritto d’autore”.

Ulteriori 685 supporti ottici audiovisivi posti in vendita al pubblico su una bancarella lasciata incustodita nelle adiacenze di corso Tukory, sono stati sequestrati nei confronti di un soggetto risultato ignoto in quanto dileguatosi alla vista dei finanzieri.

Nel corso di un altro intervento, una pattuglia dei baschi verdi che transitava in via Messina Marine ha notato un soggetto palermitano intento alla vendita di sigarette di contrabbando esposte su una bancarella. I militari operanti hanno quindi proceduto al sequestro di 1,600 kg di sigarette di contrabbando (recanti il marchio “Winston”, “Marlboro”, “Regina” e “Ultra buy”) e a contestare al trasgressore una sanzione pecuniaria pari a 8.000 euro.

Infine, in località Sferracavallo, sono stati sequestrati, nei confronti di ignoti, 89 capi di abbigliamento (tra magliette, giubbini e pantaloncini) recanti marchi presumibilmente contraffatti, posti in vendita in violazione dell’art. 474 del codice penale.

Continuano, incessanti, i controlli delle fiamme gialle in tutta la provincia palermitana al fine di contrastare ogni forma di illegalità economica, a tutela dei consumatori e degli esercizi commerciali che operano nel rispetto delle norme.

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

VaffanCovid

A te che vuoi toglierci tutte le speranze ed i progetti sul futuro, a te che pretendi di non darci nessuna tregua, un sincero ed accorato... VaffanCovid!

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin