22 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 16.16
Tag

epruno

di Renzo Botindari

Grazie a Dio è Venerdì Jean-Jacques

Ho seguito la politica sui mezzi di comunicazione informatica fino al suggello dell’esito della crisi, attraverso i social e mi sono fatto un po' di domande sulla loro infallibilità. Ci si può fidare un "computerone"? È vera la completa assenza di un moderatore fisico in grado di influenzare e ribaltare le scelte del sistema informatico.

di Renzo Botindari

Palermo dai Capelli Rossi

Non sono qui oggi a parlarvi della prostituzione, non voglio mettere al centro dell’attenzione storie di novelle “bocca di rose” poiché il discorso sarebbe troppo complesso... Parlo di Palermo e dei suoi look diversi...

di Renzo Botindari

Il ragazzo con la valigia

Non era più l’istruzione a far da discriminante nel mettere le valige in mano ai giovani. Era l’ottusità di certe politiche e l’incapacità di questa terra nel costruire un futuro migliore a spingere i giovani ad andare via.
domenica 28 Ottobre al Real Teatro Santa Cecilia di Palermo

di Renzo Botindari

Epruno a Cuore Aperto: Leggendo Epruno 7

Lo spettacolo Leggendo Epruno consta di 15.000 parole, tra una narrazione che fa da filo conduttore (che quest’anno parlerà di Crongoli) letta da amici...

di Renzo Botindari

Un uomo solo è al comando

Ancora oggi quando vedo sistemi elettorali che danno al vincitore tutto il potere, mi chiedo: “perché? Stiamo parlando di ciclismo? Guardate che non si tratta di sport, questa è politica che è già difficile se a comandare sono in molti, pensate quando comanda uno solo?”
Dopo le Regionali

di Renzo Botindari

Musumeci, accura ai cannoli

La gente si sta stancando di vedere una “partita” che non si gioca mai. Che senso ha vantarsi di stare in campo, se non si tocca mai il pallone? Presidente Musumeci, “questo è l’ultimo treno, è arrivato il momento in cui all'ARS si scenda in campo per giocare seriamente! Auguri.”
Epruno - Il meglio della vita

di Renzo Botindari

Arriva Dopo

Carissimi, certe volte si giunge al punto che anche noi “blogger–editorialisti del venerdì” (proprio per non buttarsi giù con il termine “della domenica”) dobbiamo mantenere il nostro ruolo per il quale ci è stata data la fiducia e soprattutto voce.
La tentazione sarebbe quella di consultare le tabelle di “Il Sole 24 Ore" ma si troverebbero implicazioni economiche e finanziarie che rendono più complessa la valutazione

di Renzo Botindari

Cosa mi manca per essere felice in questa città

Abbiamo la sede di uno dei parlamenti più antichi al mondo, dove per entrare a visitare la sua assemblea si è costretti a indossare la cravatta.
Cosa spinge il cittadino a comprare un SUV per circolare invece di una smart car?

di Renzo Botindari

Siamo tutti possidenti terrieri?

"Scusate, ma questo transatlantico posteggiato qua davanti in prima fila appartiene a qualcuno di voi? Perché va bene che ci sono le strisce blu, ma questo signore se si spostasse qualche centimetro mi permetterebbe con la mia 500 di poter posteggiare”.
La “generazione del principe Carlo” che non regnò mai.

di Renzo Botindari

“Dio Salvi la Regina”

Carissimi, “Dio Salvi la Regina!” A questa affermazione il compianto Bud Spencer rispondeva in una delle sue divertenti interpretazioni: “Perché, sta male?
Nel giorno in calendario fissato in arancione, l’uomo della città “tutto porto” non transige

di Renzo Botindari

Da dove viene tanta devozione?

In una giornata nella quale tutte le centraline cittadine per il controllo ambientale sono andate in crisi per l’elevata presenza degli effluvi di frittura nell’aria, mi chiedo come ogni anno: “Da dove viene tanta devozione?”
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Cosa vi sta capitando?

Il telefonino quale strumento “democratico” alla portata di tutti, dal Papa al migrante appena sbarcato. Ma credete veramente che chi muove le fila delle marionette potesse permettere la diffusione di “strumenti democratici” se non per altri fini che di democratico non hanno nulla?
LiberiNobili
di Laura Valenti

Cos’è il matrimonio?

Nel matrimonio è assolutamente sbagliato restare insieme a tutti i costi. Le liti possono essere campanelli di allarme prima del disastro e delle tragedie conseguenti a separazioni dettate dall’odio e dalla frustrazione.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.